calcio

PSG, Poch affronta…la prima ribellione: Bakker lascia il campo furioso durante l’allenamento post-partita

(Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

Spesso per un calciatore la panchina è la peggiore delle punizioni. Figurarsi se fino a qualche tempo prima il posto in squadra non sembrava più una chimera, ma quasi una certezza. Mitchel Bakker, terzino del PSG, con Tuchel si era preso la...

Redazione Il Posticipo

Spesso per un calciatore la panchina è la peggiore delle punizioni possibili. Sapere di poter contribuire alle fortune della squadra ma non essere nè nell'undici titolare nè in quelli che subentrano a match in corso può davvero buttare giù chiunque. Figurarsi se fino a qualche tempo prima il posto in squadra non sembrava più una chimera, ma quasi una certezza. Mitchel Bakker, terzino olandese scuola Ajax del Paris Saint-Germain, si era preso il Parco dei Principi. Dopo una stagione di ambientamento, Tuchel lo ha utilizzato con continuità schierandolo spessissimo tra i titolari. Peccato per lui che invece Pochettino non sia dello stesso avviso. L'argentino sulla sinistra gli preferisce Kurzawa e il tulipano...non la sta vivendo bene.

PANCHINA - Anzi, come spiega MundoDeportivo, ha direttamente...deciso di ribellarsi. Il tutto è avvenuto al termine del match tra PSG e Digione, con i parigini vittoriosi in terra di Borgogna per 4-0. Al fischio finale, come spesso accade, Pochettino ha spedito i calciatori che non sono scesi in campo a fare un allenamento. Del resto, in un periodo in cui si gioca ogni tre giorni, ogni momento è prezioso per coltivare la forma fisica di tutta la rosa. Peccato che Bakker, scontento della quarta panchina consecutiva in Ligue 1 (subentrando solo per 13 minuti nella vittoria contro il Nizza) e del fatto che Poch abbia fatto entrare Diallo e non lui per sostituire Kurzawa, abbia preferito disertare. Senza peraltro fare assolutamente nulla per nascondere la sua rabbia per il momento che sta vivendo.

 (Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

FURIA - Il quotidiano spagnolo racconta infatti che l'olandese ha prima cominciato ad allenarsi, ma ha poi lasciato il campo furioso, prendendo anche a calci un tabellone pubblicitario. Una scena che ha preso di sorpresa anche i compagni che erano con lui, che hanno cercato di riportarlo alla ragione. Ma, almeno all'inizio, nessuno ci è riuscito. Due minuti dopo, però, la sorpresa: Bakker è rientrato in campo, ha chiesto scusa allo staff di Pochettino e ha ricominciato l'allenamento post-partita. Insomma, tutto è bene quel che finisce bene, ma per il tecnico argentino è sicuramente suonato un campanello di allarme. E considerando che l'olandese è ritenuto un prospetto per il futuro, forse sarà il caso di coinvolgerlo di più prima che si convinca di essere poco desiderato a Parigi.