Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

PSG, parte Neymar, altrimenti Guardiola… si prende Mbappé

Che Neymar voglia tornare al Barcellona non è un mistero e potrebbero esserci gli estremi affinché la trattativa vada in porto. La chiave potrebbe essere Guardiola, che tenta Mbappé.

Redazione Il Posticipo

Si possono dire tante cose ovvie. Il cielo è blu; la palla è rotonda e... Neymar vuole tornare al Barcellona. I blaugrana stanno trattando per riportare il brasiliano a casa ma la trattativa con il Paris Saint-Germain non è per niente semplice. Si dice che il Barça abbia offerto Rakitic e Dembelé (o Coutinho, o entrambi ) più diverse decine di milioni ma che a Parigi, abbiano letto l'offerta, si siano fatti una risata e l'abbiano rispedita al mittente. Ora, però, c'è un altro elemento in ballo: per via del Fair Play Finanziario, il PSG è costretto a scegliere se tenersi lo scontento o... Mbappé che è tentato da Guardiola.

L'UNO O L'ALTRO - Il PSG è pronto a offrire un rinnovo da circa 40 milioni di euro netti stagionali al giovane fenomeno francese ma, al momento, le finanze non lo consentono per via del pesantissimo ingaggio del giocatore che strizza l'occhio in direzione catalana. Ergo, se rimane Neymar, Mbappé... va al Manchester City. Già, secondo L'Équipe, la permanenza di un giocatore preclude quella dell'altro. E chiaramente, chi potrà mai scegliere di cedere Nasser Al-Khelaifi? Lo scontento brasiliano o il giovane francese rampante? Quindi, Guardiola... potrebbe esultare in entrambi i casi.

VINCE LA CATALOGNA - Non è un mistero che il tecnico catalano abbia un debole per la maglia blaugrana e se in Catalogna dovesse tornare Neymar, è difficile immaginare che possa dispiacersi. Dall'altro lato, invece, Pep potrebbe perdere le speranze sul ritorno di O'Ney in Catalogna ma avere la possibilità di contare su Mbappé al Manchester City. Infatti, se per qualsiasi motivo la tanto chiacchierata trattativa non dovesse andare in porto, lo scontento al PSG diventerebbe Mbappé per via del mancato rinnovo e potrebbe accettare le lusinghe del coach spagnolo più per motivi tecnici che non economici. Insomma, vada come vada... vince la Catalogna.