Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

PSG, altre critiche a Mbappè: “Continua a fare doppi passi che non servono a niente, gioca contro i suoi compagni”

(Photo by Matt Childs/Pool via Getty Images)

Dopo un periodo anche abbastanza lungo di luna di miele, in cui sembrava che Kylian Mbappè non sbagliasse neanche una mossa, arrivano le critiche per il transalpino. E l'ex nazionale Rothen parla molto chiaro...

Redazione Il Posticipo

Dopo un periodo anche abbastanza lungo di luna di miele, in cui sembrava che Kylian Mbappè non sbagliasse neanche una mossa, arrivano le critiche per il transalpino. Il suo stato di forma e soprattutto il suo atteggiamento sono nel mirino di chi analizza il Paris Saint-Germain e molte voci cominciano a essere concordi: il campione del mondo 2018 non è al suo livello. E forse proprio per questo esagera con comportamenti in campo che rischiano di non far stare tranquillo Pochettino, che già deve gestire uno spogliatoio assai complicato. Come spiega l'es PSG Jerome Rothen sulle frequenze di RMCSport, da risorsa Mbappè sta diventando...un problema.

GIOCARE CONTRO - "Mbappé va contro il modo di giocare dei suoi compagni e anche contro le sue capacità. Ci sono cose che non si possono nascondere. Sta sempre lì a discutere e dice cose anche abbastanza dure agli altri in campo. Ma il fatto è che in un periodo in cui non si è al massimo, si tende a esagerare con i gesti per tranquillizzarsi". Non proprio complimenti per il numero 7 del PSG, che dopo aver avuto il Covid-19 sembra avere ancora difficoltà a ritrovare la forma migliore. E il rendimento in campo ne risente, come hanno già fatto notare altri. Il più pesante di tutti, l'ex nazionale francese Larchè, ha detto addirittura che Mbappè non dovrebbe essere titolare. Rothen non arriva a tanto ma...ci va vicino.

DOPPIPASSI - E sottolinea, così come ha fatto anche l'ex centrocampista di Francia e PSG, che è l'atteggiamento ciò che preoccupa di più in questo momento. Anche per Rothen Mbappè dovrebbe concentrarsi più sul fare qualcosa di utile per la squadra, piuttosto che provare a dare spettacolo ma senza ottenere risultati concreti. "Continua a insistere con i doppi passi, anche se quando gli riescono sembra Ronaldo il Fenomeno, si avvicina al suo livello. Ma oggi come oggi, anche prima di fare un passaggio, tenta sempre doppi passi che non servono a niente. E l'allenatore sarà importante nel gestire questo suo modo di fare". Pochettino, dunque, si ritrova tra le mani una bella gatta da pelare, anche considerando che il contratto di Mbappè scade nel 2022. E molti già aspettano gli sviluppi di questo momento di crisi.