Provare non costa nulla: il Fulham neopromosso offre un contratto…al non più intoccabile Piquè!

Provare non costa nulla: il Fulham neopromosso offre un contratto…al non più intoccabile Piquè!

Nel mercato di impossibile non c’è davvero nulla, come dimostrano affari su cui nessuno avrebbe mai scommesso neanche un centesimo. Dunque, tanto vale gettare l’amo e cercare di comprare un campionissimo. E il Fulham, viste le problematiche in casa Barcellona, ha offerto un contratto a…Gerard Piquè.

di Redazione Il Posticipo

Come amava dire Michael Jordan, “sbagli il 100% dei tiri che non ti prendi”. In pratica, provare non costa nulla, anche se l’impresa sembra impossibile già in partenza. Nel mercato calcistico, però, di impossibile non c’è davvero nulla, come dimostrano affari su cui nessuno avrebbe mai scommesso neanche un centesimo. E dunque, tanto vale gettare l’amo e cercare di comprare un campionissimo. Lo ha fatto, scherzando, una squadra messicana di terza divisione tentando di reclutare Cristiano Ronaldo. E pare proprio che lo sta facendo, con un pizzico di serietà in più, il Fulham, che secondo il quotidiano peruviano Libero…ha offerto un contratto a Gerard Piquè.

NON INTOCCABILE – Del resto il catalano è stato parecchio chiaro dopo il 2-8 subito dal Barcellona da parte del Bayern Monaco: “Bisogna cambiare tutto e se serve sono pronto a farmi da parte anche io”. E il fatto che il difensore non rientri tra gli intoccabili di Bartomeu sta a significare che la sua posizione all’interno della rosa blaugrana non è esattamente solidissima. Da qui a finire al Fulham, però, potrebbe passarcene. Eppure i londinesi ci provano, forti degli introiti della “partita più ricca del mondo”, la finale dei playoff vinta contro il Brentford che permetterà ai Cottagers di incassare i quasi 200 milioni (diluiti in qualche anno) garantiti dal ritorno in Premier League.

SI PUÓ FARE – Di soldi ce ne vorrebbero molti, anche considerando un paio di variabili. Il prezzo del cartellino di Piquè è alto per un calciatore di 33 anni (20 milioni secondo Transfermarkt) e la clausola rescissoria lo è ancora di più: 500 milioni. Ma tenendo conto delle frizioni con il club, l’idea di lasciarlo andare a un costo molto più contenuto, nonostante un contratto fino a giugno 2022, non è poi così assurda. E a proposito dell’accordo, lo spagnolo guadagna quasi 9 milioni di euro all’anno al Camp Nou. Ma visti gli introiti della Premier, potrebbe essere un problema non così insormontabile. La Premier, in fondo, è un campionato che il campione del mondo 2010 conosce bene, avendo giocato al Manchester United. Dunque, provare non costa nulla. E sognare, quando si tratta di mercato, non è mai proibito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy