Luca Lotti: “Positivi alla stregua degli infortunati. Ho chiesto a Spadafora di decidersi”

Luca Lotti, parlamentare ed ex Ministro dello Sport analizza i temi del calcio. Chiedendo chiarezza.

di Redazione Il Posticipo

Luca Lotti, parlamentare ed ex Ministro dello Sport a TMW Radio per analizzare i temi del calcio. Chiedendo chiarezza.

PROTOCOLLO – Si parla tantissimo del protocollo. Lotti ha pochi dubbi. “Il contagiato purtroppo deve essere considerato alla pari di un infortunio. Non è che in stabilimenti balneari o alberghi trovi un positivo e chiudi tutto. Se poi si decide per la linea francese, allora il Governo decide e si vede chi va in Champions, chi retrocede e il resto. Spero che ci siano certezze e garanzie perché questo mondo ne ha bisogno”.

SPADAFORA – Spadafora è uno dei Ministri più discussi: “Non mi permetto di parlare pubblicamente del suo operato, ciò che ho da dirgli, lo dico attraverso atti parlamentari. Se sbaglia a non allargare agli sport le risorse del Decreto liquidità glielo dico, così come quando investe un miliardo di euro glielo sport gli dico bravo. Ho visto un po’ troppa cautela, gli ho sempre chiesto di decidersi”.

RICORSI – Il rischio è che i campionati d’estate si “giochino” nei tribunali: “Io da Ministro non ce l’ho fatta a sciogliere questo problema e mettere mano ad un unico grado di giustizia. Mi auguro che il Parlamento presto possa discuterne, perché non è possibile che i tre gradi di giudizio più uno successivo, vincolino ciò che è accaduto l’anno prima. Serve  una scelta di buonsenso per dare tempi certi”.

FUTURO – Si parla anche del futuro: “Ciascuno deve differenziare i propri introiti perché i diritti tv pesino meno sui bilanci. In questo modo si risolverà il problema di dover giocare per forza per ottenere la terza tranche, alla quale potrebbero rinunciare più facilmente. Ci stiamo impegnando molto per le società dilettantistiche e di base. Provengo da questo mondo, non lo lascio solo: sono convinto che rappresenta la forza del movimento sportivo italiano. Credo che si debbano comunque riorganizzare i campionati. Questo però è un argomento che deve essere discusso tra le varie leghe, dilettanti compresi”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy