Olympiakos, vacanze forzate e in campo la Primavera

Evangelios Marinakis, vulcanico presidente dell’Olympiakos, sta prendendo molto male la stagione mediocre dei suoi e medita decisioni clamorose per il finale di campionato.

di Redazione Il Posticipo

Non si può certo dire che in questo periodo il calcio greco non sia sulla cresta dell’onda, almeno in quanto a esposizione mediatica. Parte della quale è dovuta ai comportamenti un po’ troppo sopra le righe da parte dei presidenti, che fanno notizia quanto e più delle partite di campionato. E così, dopo i tre anni di squalifica a Ivan Savvidis, il presidente del PAOK Salonicco che è entrato in campo con tanto di pistola nella fondina durante il derby contro l’AEK Atene, ora tocca a Evangelos Marinakis, proprietario dell’Olympiakos (e del Nottingham Forest), prendersi gli onori delle cronache, con una decisione che ha quasi dell’assurdo.

Olympiakos, per i calciatori ferie forzate e maxi multa

Il presidente del club ateniese ha infatti ordinato il rompete le righe ai propri calciatori. Peccato che alla fine del campionato manchino ancora quattro match e che, in pura teoria, l’Olympiakos, attualmente terzo, potrebbe ancora insidiare le prime due posizioni al PAOK, distante un solo punto, e addirittura all’AEK, che però veleggia verso il titolo con sei punti di vantaggio. Sarà forse la quasi certa vittoria dei rivali gialloneri ad aver fatto arrabbiare Marinakis? Possibile, perchè il proprietario della squadra del Pireo ha preso molto male il pareggio esterno contro il Levadiakos e ha deciso di mandare la squadra in vacanza con un mese in anticipo. E, tanto per non farsi mancare nulla, ha multato i calciatori per oltre trecentomila euro. Metà per la scarsa forma nelle ultime partite, l’altra per il pareggio nel derby con il Panathinaikos.

I biancorossi in campo con la Primavera?

Non è certo la prima volta che il vulcanico armatore, che dal 2017 è anche presidente del Nottingham Forest, decide di accanirsi contro i suoi calciatori. Anche tre anni fa tutta la rosa dell’Olympiakos era stata multata dopo l’eliminazione in Europa League da parte del Dnipro, ma stavolta c’è di più. Se effettivamente Marinakis metterà in pratica le sue minacce, le ultime quattro partite la squadra biancorossa le giocherà con in campo la Primavera. L’invito rivolto ai calciatori ad andarsene in vacanza infatti sottintende che il club ateniese, che ha vinto diciannove degli ultimi ventuno titoli di Grecia, potrebbe schierare i giovanissimi nel finale di campionato, in cui l’Olympiakos si gioca comunque l’ammissione alla prossima Champions League.

Marinakis è anche presidente del Nottingham Forest

Una figura particolare quella di Evangelos Marinakis, che ha acquistato il club nel 2010 e lo ha portato di nuovo ad uno strapotere nel campionato greco che sembrava non dovesse aver fine. L’armatore è un personaggio anche a livello politico, nonostante passi gran parte del suo tempo a Londra, e ha un patrimonio stimato di circa 650 milioni di euro. Eppure il suo ingresso nel calcio inglese, con l’acquisto del glorioso Forest nel 2017, non è coinciso con il disimpegno dal suo Olympiakos. Anzi, è bastata una stagione un po’ sotto le aspettative per scatenarne l’ira funesta del presidentissimo. E ora resta da capire se effettivamente la prima squadra andrà forzatamente in vacanza per far posto alla Primavera. Una decisione che potrebbe creare parecchie polemiche ed influire anche sul finale del campionato nelle altre zone di classifica. Non che questo possa far desistere Marinakis dall’intento. L’armatore, da questo punto di vista, sembra esattamente come le sue navi. Sceglie una rotta e tira dritto, in barba a tutti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy