Premier League, vietato…sbirciare: le stanze di un albergo che danno sullo stadio del Norwich non si potranno prenotare!

Premier League, vietato…sbirciare: le stanze di un albergo che danno sullo stadio del Norwich non si potranno prenotare!

La ripresa del campionato di Sua Maestà è sempre più vicina e il Project Restart ha pensato praticamente a tutto. E per chiunque voglia fare il furbo, c’è sempre modo di trovare maniere di evitarlo, come dimostra una delle ultime storie che arriva da oltremanica…

di Redazione Il Posticipo

Premier League, vietato l’ingresso agli stadi ma anche…sbirciare. La ripresa del campionato di Sua Maestà è sempre più vicina e il Project Restart ha pensato praticamente a tutto. E per chiunque voglia fare il furbo, c’è sempre modo di trovare maniere di evitarlo. Che piaccia o no, si giocherà a porte chiuse, il che rappresenta un problema per lo spettacolo ma anche per i tifosi. Che in tutto il mondo stanno cercando metodologie alternative per assistere dal vivo ai match della loro squadra del cuore. Al punto che, come spiega il Daily Mail, alcuni club stanno pensando a soluzioni davvero drastiche…

ASSEMBRAMENTI – Il problema di base, come racconta il tabloid, è che assembramenti incontrollati di tifosi potrebbero pregiudicare l’emissione del certificato sanitario ai club, fondamentale affinchè il campionato riparta. E quindi bisogna assolutamente evitare qualsiasi tentazione. Di stadi che permettono un’occhiata dall’esterno, in Premier League ce ne sono molti. Le società preoccupate al riguardo sono Aston Villa, Burnley, Crystal Palace, Everton, Norwich, Sheffield United, Watford e Wolves. E tutte stanno prendendo precauzioni, installando barriere, ma non solo. Le security dei club sono state tutte quante istruite a dovere per individuare ed eventualmente disperdere qualsiasi assembramento nei dintorni degli stadi.

ALBERGO – Chi avrà più di qualche problema è il Norwich, considerando che dalle parti di Carrow Road c’è un albergo che solitamente pubblicizza stanze…vista campo da gioco. Un’attrattiva ulteriore in tempi di normalità, un pericoloso invito ad assembrarsi sui balconi se si ragiona in…modalità coronavirus. La questione è talmente spinosa che il club ha dovuto parlare con i proprietari dell’hotel e assicurarsi che quando ci saranno le partite casalinghe di Pukki e compagni nessuna delle stanze che affacciano sull’impianto venga prenotata e utilizzata. Un vero peccato per l’albergo, che basa i suoi interessi anche sull’estrema prossimità allo stadio cittadino. Ma se si vuole portare a termine la Premier League, tutti devono fare qualche sacrificio…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy