Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Premier League sospesa, il Liverpool ci rimette ma è comunque d’accordo: “Decisione benvenuta”

La decisione della Premier League di sospendere le partite fino a inizio aprile ha di fatto privato (momentaneamente o no, questo è tutto da vedere) la squadra di Klopp della possibilità di aggiudicarsi il campionato, peraltro con grande...

Redazione Il Posticipo

Qualcuno, tra il serio e il faceto, aveva detto che quest'anno per impedire al Liverpool di vincere la Premier League ci sarebbe voluto un cataclisma. Evidentemente, vedendo come si evolve la situazione coronavirus, non ci si è andati troppo lontani. La decisione della Premier League di sospendere le partite fino a inizio aprile ha di fatto privato (momentaneamente o no, questo è tutto da vedere) la squadra di Klopp della possibilità di aggiudicarsi il campionato, peraltro con grande anticipo. I Reds, con 25 punti di vantaggio a nove giornate dalla fine (ma con il City che deve recuperare una partita), avrebbero potuto vincere matematicamente già al ritorno della pausa, proprio contro il City.

A UN PASSO - Ora salta tutto, con la consapevolezza che il club rischia grosso. Se la situazione dovesse costringere a fermare del tutto il campionato, non è scritto da nessuna parte che al Liverpool verrebbe assegnato il titolo tanto atteso, nonostante sia ormai una questione di "quando" vincerlo, piuttosto che di "se". L'impressione dunque è quella che i Reds si siano fermati a un passo dalla linea di meta, senza però sapere se avranno di nuovo la possibilità di tentare di raggiungerla. Ma nonostante questo, la decisione di fermare il campionato inglese è accolta dai campioni d'Europa in carica, gli unici a rimetterci davvero dal punto di vista sportivo, con un aplomb invidiabile attraverso un comunicatoufficiale.

COMUNICATO - "Il Liverpool continua a implementare le misure suggerite dal governo sull'epidemia di coronavirus e ritiene benvenuta la decisione odierna della Premier League di rinviare tutte le partite, nell'interesse dei calciatori, degli addetti ai lavori e dei tifosi. Il club ha implementato le sue precauzioni nei luoghi di lavoro per minimizzare il contatto, rinforzando l'invito a tutti a mantenere l'igiene personale. I biglietti già acquistati per le partite saranno validi nei giorni in cui i match saranno recuperati. E se qualcuno non potrà assistere al match nella nuova data, ci sarà un rimborso". Insomma, il Liverpool accetta la situazione di buon grado, ma non pensa minimamente a una sospensione definitiva e alla possibilità di perdere un titolo ormai vinto. Ma se così fosse, ad Anfield forse non la prenderebbero con tutta questa calma...