Premier, i club rivogliono i tifosi allo stadio e fissano la data: 1 ottobre

I club del massimo campionato inglese hanno chiesto al governo britannico di attenersi alla proposta lanciata dalle società partecipanti al torneo

di Redazione Il Posticipo

La Premier League rivuole il proprio pubblico. Come riportato dalla BBC, i club del massimo campionato inglese hanno chiesto al governo britannico di attenersi alla proposta lanciata dalle società partecipanti al torneo. E chiedono il ritorno dei tifosi sugli spalti a partite dal prossimo 1 ottobre.

1000 – Il Governo britannico non ha chiuso le porte a priori all’ipotesi. Era stata anche preventivata e accettata l’idea di alcuni “eventi pilota” scelti in EFL. Le partite sarebbero state aperte a 1000 spettatori, ma sinora la scelta non ha pagato perché in ogni caso la curva dei casi è in aumento in diverse regioni del paese.  L’idea dei club è di adottare una serie di regole uguali per tutti. Un protocollo standard che aiuti ogni singola squadra a dotarsi di stadi sicuri dal punto di vista ambientale e salutistico. “Tenendo conto degli elevati standard di sicurezza che saranno fissati dalla Premier League in collaborazione con le autorità pubbliche competenti, la Lega e i club esortano il governo a impegnarsi per la data del 1 ottobre a un ritorno controllato dei tifosi negli impianti sportivi”.

APERTURA – Allo status quo, la maggior parte degli sport in Inghilterra è praticato a porte chiuse. E la Premier si gioca senza tifosi da marzo. Un lasso di tempo divenuto insostenibile per molti club che hanno posto all’attenzione degli enti competenti una perdita importantissima di entrate, generata dal mancato afflusso allo stadio. Un impatto che rischia di essere devastante soprattutto per le società che militano nelle serie minori e che hanno nel botteghino una delle fomre principali di sostentamento. L’amministratore delegato della Premier League Richard Masters ha già affermato che il mancato ritorno rapido dei fan negli stadi potrebbe costare ai 20 club della lega 700 milioni di sterline durante la stagione 2020-21. Resta da capire se alle istituzioni basterà per accettare la proposta dei club.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy