Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Premier, dopo la Superlega altra pazza idea delle big: portare Rangers e Celtic nel campionato inglese

 (Photo by Christopher Furlong/Getty Images)

Neanche il tempo di dire addio al progetto Superlega, anche se Florentino Perez continua a dire che non è finito nulla, che già spunta una nuova possibile rivoluzione nel calcio di Sua Maestà....

Redazione Il Posticipo

Neanche il tempo di dire addio al progetto Superlega, anche se Florentino Perez continua a dire che non è finito nulla e che per uscire...le big devono pagare una penale, che già spunta una nuova possibile rivoluzione nel calcio di Sua Maestà. Le sei squadre di Premier League che avevano aderito al campionato d'elite (Manchester City, Manchester United, Liverpool, Chelsea, Arsenal e Tottenham) sono state le prime che si sono tirate indietro, ma non per questo hanno abbandonato l'idea di migliorare le proprie finanze. E visto che il governo di Johnson ha spiegato a chiare lettere che questo non si può fare lasciando la Premier League indietro e unendosi alle altre grandi d'Europa, tanto vale provarci all'interno dei propri confini.

OLD FIRM - Come spiega il Sun, nasce quindi il progetto di una Premier League allargata, che vada a includere anche due altre istituzioni del calcio britannico: Rangers e Celtic. Del possibile ingresso delle due squadre di Glasgow si parla da una vita, ma alla fine non se ne è mai fatto nulla nonostante il loro predominio sul campionato scozzese sia così evidente che il fatto che le squadre dell'Old Firm facciano un torneo a sè non è neanche messo in dubbio. Ma ora, considerando che la Superlega sembra essere saltata, l'idea torna in auge anche come compromesso da parte della Premier nei confronti dei mal di pancia delle sei firmatarie del patto con Florentino e le altre spagnole e italiane.

 GLASGOW, SCOTLAND - DECEMBER 20: Scott Brown of Celtic lifts the William Hill Scottish Cup with teammates after victory in a penalty shoot out in the William Hill Scottish Cup final match between Celtic and Heart of Midlothian at Hampden Park National Stadium on December 20, 2020 in Glasgow, Scotland. The match will be played without fans, behind closed doors as a Covid-19 precaution. Players of Hearts will wear the number 26 on their shorts as a tribute to Ex-Hearts player Marius Zaliukas who past away earlier in the week. (Photo by Ian MacNicol/Getty Images)

PARERI - "Anche se la Superlega non è andata avanti, la Premier League deve comunque cambiare e migliorare. Ed è ora di aprire a Rangers e Celtic", spiega una fonte interna a una delle Big Six. Un'idea non del tutto nuova, che però non ha mai convinto del tutto gli addetti ai lavori anche per il livello non eccelso del calcio scozzese degli ultimi anni. L'ex Tottenham Jamie O'Hara aveva sintetizzato il tutto così qualche mese fa: "Se Rangers e Celtic fossero in Premier League sarebbero al livello di WBA, Brighton e Newcastle. Poi, in capo a qualche anno riuscirebbero ad arrivare tra le prime sei grazie agli introiti che garantisce il campionato inglese, sempre che riescano a non retrocedere". Insomma, non proprio un qualcosa che piace a tutti. Proprio come la Superlega!