Premier a porte chiuse, ma non sarà una passeggiata gestire i match….

Secondo i primi rapporti una partita ha bisogno di qualcosa tra 250 e 500 persone presenti

di Redazione Il Posticipo

Premier a porte chiuse. Resta da capire come funzionerà il sistema calcio, ammesso che oltremanica si trovi un accordo. Uno studio di skysport UK ha evidenziato quante persone servano per una partita. Secondo i primi rapporti una partita di Premier League ha bisogno di qualcosa tra 250 e 500 persone presenti.  Karen Brady, vicepresidente del West Ham, ha recentemente dichiarato: “Allo stadio, anche a porte chiuse ci sono comunque  circa 300-500 persone. Tutti dovranno sottoporsi a controlli di temperatura, compilare questionari sulla salute e osservare le distanze sociali”.

UTILI – Non solo i 22 in campo. C’è molto di più: considerando chi gravita intorno alla squadra ai arriva a 60 elementi. L’unico “taglio” può essere quello legato ai “kitman” ovvero agli addetti alle maglie, considerando che i calciatori potrebbero arrivare già vestiti allo stadio. Quindi ci sono gli ufficiali di sicurezza: fino a 30 per una partita di Premier League. Tuttavia, senza tifosi allo stadio, il numero potrebbe ridursi. Poi ci sono giardinieri e addetti alla manutenzione: per giocare due partite a settimana potrebbero trattare il  fondo del terreno di gioco nello stadio vuoto prima e dopo le partite senza essere presenti durante il match.

INSOSTITUIBILI –  Ci sono poi gli insostituibili. Servono quattro paramedici, un autista di ambulanza, come ufficiali di polizia, steward e funzionari dello stadio per proteggere il terreno da eventuali intrusi indesiderati. Indispensabili anche i raccattapalle specialmente se la palla dovesse finire sulle tribune che in Inghilterra sono vicinissime al mando erboso. Infine gli addetti al VAR. Serve la presenza di tecnici sul campo per testarne strumentazioni e garantirne la funzionalità e chi, molto semplicemente, dovrà aprire e chiudere lo stadio.

VARIE – Il rapporto prevede anche varie ed eventuali: spazi e cibo per Premier Leauge Match Manager, direttori delle operazioni del club, responsabili delle strutture, addetti alle comunicazioni e alla produzione per la diretta: più di 70 membri fra operatori, sicurezza, personale di produzione, giornalisti, commentatori e esperti. Non è una passeggiata, insomma…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy