Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Prandelli: “La Juve soffrirà con l’Atalanta. La Dea può vincere con tutti. Passerà il turno con il PSG”

L'allenatore ha analizzato il gioco e le prospettive della Dea e la vede in semifinale di Champions.

Redazione Il Posticipo

Cesare Prandelli, nella veste di doppio ex di Juventus e Atalanta, ha "giocato" la sfida.  L'ex commissario tecnico ha parlato a Rai Sport della sfida fra Sarri e Gasperini ma non solo. L'allenatore ha analizzato il gioco e le prospettive della Dea e la vede in semifinale di Champions.

ATALANTA - Dea travolgente. Nel campionato post covid, è prima in classifica da sola. Solo vittorie, sinora. Prandelli si è fatto una idea precisa al proposito. "L'Atalanta ha ricominciato dopo il lockdown con la stessa intensità che aveva prima. In questi anni intorno alla squadra si è creato un clima straordinario. Fino a qualche anno fa è stata una provinciale, ora si sta giocando la Champions League. Il progetto è diventato un modello che fa sognare". E le prospettive sono ancora indefinite.  "Nella gara secca può vincere contro tutti". Anche contro il PSG: "I francesi arrivano alla sfida con l'Atalanta dopo mesi di inattività, qualcosa pagheranno. L'Atalante nella gara secca può vincere contro tutti. Sono convinto che la Dea passerà il turno".

GIOCO - Il segreto della Dea, neanche troppo celato, è nell'organizzazione di gioco. L'Atalanta corre meglio degli altri e ha un telaio talmente collaudato che esalta le caratteristiche dei singoli. Non a caso quando cambiano squadra, il rendimento cala. Anche in questo caso Prandelli fornisce una sua interpretazione. "La sicurezza dei calciatori è proprio nel gioco. Se i calciatori sono tranquilli, si esprimono al meglio. Certi giocatori sono straordinari in alcune squadre, ma non rendono in altri. Un po' come era successo ai giocatori del Foggia di Zeman. A proposito, a certe provocazioni non si dovrebbe rispondere".