Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Povero Marcelo, non lo vuole neanche…l’Inter di Beckham: “Non ci servono altri terzini sinistri”

(Getty Images)

Da miglior terzino del mondo a quasi indesiderato il passo è stato assai breve per Marcelo. E adesso persino l'Inter Miami, a cui è stato accostato negli ultimi giorni, spiega di non averne bisogno...

Redazione Il Posticipo

Da miglior terzino del mondo a quasi indesiderato il passo è stato assai breve. Marcelo è stato a lungo considerato il miglior esterno difensivo mancino del pianeta, una valutazione confermata dalle prestazioni stratosferiche con la maglia del Real Madrid. Nelle quattro Champions League vinte dai Blancos negli ultimi anni, la firma del brasiliano è sempre stata evidente e fondamentale. Ma a poco più di due anni dal trionfo di Kiev, il terzo consecutivo con Zidane in panchina, è cambiato tutto. L'addio di Zizou e i momenti complicati con Lopetegui e Solari hanno restituito al francese, una volta che è tornato al Bernabeu, un calciatore completamente diverso. Il tecnico lo schiera con il contagocce e ormai...non lo vuole più nessuno.

INTER MIAMI - Neanche in MLS, dove si sussurrava potesse finire una volta terminata questa stagione. Del resto da quelle parti c'è una franchigia che in quanto a obiettivi fa sul serio. Difficile fare altrimenti se ci si chiama David Beckham. Lo Spice Boy ha creato l'Inter Miami e sta pian piano facendo nascere la propria versione a stelle e strisce dei Galacticos, considerando che nel primo mercato della sua storia la squadra della Florida ha portato da quelle parti un ex Real come Higuain e un campione del mondo come Matuidi. Dunque, il profilo di Marcelo sembrava quello adatto, anche perchè il brasiliano non ha mai escluso la possibilità di tentare l'esperienza oltreoceano. Ma non aveva fatto i conti con Phil Neville.

 LISBON, PORTUGAL - MAY 24: Marcelo of Real Madrid celebrates victory at the final whistle in the UEFA Champions League Final between Real Madrid and Atletico de Madrid at Estadio da Luz on May 24, 2014 in Lisbon, Portugal. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

TROPPI TERZINI - L'ex collega (terzino sinistro anche lui) è il tecnico della franchigia di Becks e, come spiega AS, ha escluso categoricamente l'arrivo di Marcelo. "Vorrei dire una cosa: non ho bisogno di terzini sinistri. A Miami ci sono più terzini sinistri che taxi gialli. Il nome di Marcelo dimostra il livello del nostro club e l'interesse che può suscitare, ma alla fine quello che voglio per noi è stabilità. Da quando tutte queste stelle sono venute qui, tanti vorrebbero giocare all'Inter Miami. Ma abbiamo bisogno di stabilità. Tutti i nomi che si sono fatti sono assolutamente brillanti, ma quello che voglio io sono calciatori che si fermino da queste parti per un bel po'". E quindi, non un campione a fine carriera.