Post Derby: si fa durissima per Giampaolo. Per molti tifosi è già #out

Le scorie del derby iniziano subito a farsi sentire fra i tifosi rossoneri, assai delusi dall’approccio al match e dalle scelte del tecnico: ed è già un “trend” l’hashtag #giampaoloout

di Redazione Il Posticipo

Un derby cambia la vita, nel bene e nel male. E Giampaolo entra nel girone dei “dannati” dopo che il Diavolo è finito all’Inferno. Il tecnico è investito dalle critiche dei tifosi rossoneri. Ed è già trend l’hashtag #giampaoloout

OUT – Nel mirino dei tifosi, soprattutto, la titolarità di alcuni giocatori oramai da tempo invisi alla piazza. In primis, Biglia e Rodriguez, “massacrati” durante il match. Le note positive sono arrivate da Leao ed Hernandez sinora, a giudizio dei tifosi, particolarmente trascurati. Quanto basta per suggerire al tecnico abruzzese, con toni più o meno pacati, un avvicendamento che non dovrebbe essere più posticipato.  Qualcuno però sembra già aver perso la pazienza. “Cacciatelo per l’amor di Dio” e altri pensieri  non sono esattamente pensieri tenerissimi.

 

PROCESSO – Già tempo di processi dunque. Alcuni giudizi sono legati anche allo score non esattamente indimenticabile di queste prime quattro giornate. C’è chi contesta una gestione tecnica che ha portato due vittorie e altrettante sconfitte. Pesa, nell’economia del giudizio, anche la sconfitta con l’Udinese, che ha conquistato i tre punti solo contro il Milan. E qualcuno inizia a rivedere similitudini con il recente passato. Ogni riferimento a Montella non è puramente causale.  E qualcuno arriva anche chiedersi cosa abbia fatto  Giampaolo per meritarsi la panchina  del Milan.

 

ALTERNATIVE – Cè anche chi si spinge oltre, valutando le possibili alternative alla guida del tecnico abruzzese. Non ci sono grandi rimpianti per Gattuso, ma l’idea Spalletti o un ritorno di Allegri stuzzicherebbero parecchio i tifosi anche se resta la consapevolezza della difficoltà dell’operazione. E prevale una sorta di pessimismo misto alla rassegnazione. Evidentemente servirà del tempo per assimilare la sconfitta.

Fortunatamente, per il Milan e per Giampaolo, si torna in campo quasi subito. E la migliore medicina, in questo contesto, è il ritorno alla vittoria. Di certo, impossibile sbagliare ancora altrimenti l’indice di gradimento già minimo, potrebbe crollare.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy