Portogallo: arrestato e accusato di terrorismo e sequestro l’ex presidente dello Sporting Lisbona

Bruno de Carvalho, ex presidente dello Sporting Lisbona, è stato accusato di terrorismo, aggressione e sequestro. Secondo la procura, l’ex numero uno del club portoghese sarebbe la mente che ha organizzato l’invasione del gruppo ultras nel centro sportivo lo scorso maggio.

di Redazione Il Posticipo

Guardati bene dai nemici, ma fai ancora più attenzione ai…presidenti. Le ultime notizie che arrivano dal Portogallo sono destinate a rimanere per sempre nella storia del campionato portoghese. Secondo AS, infatti, l’invasione nel centro sportivo da parte dei tifosi dello Sporting Lisbona dello scorso 15 maggio, non sarebbe stata organizzata dalla tifoseria, bensì dal presidente del club.

TERRORISMO – Secondo la procura, Bruno de Carvalho, ex presidente dello Sporting, è stato arrestato perchè ritenuto la presunta mente dietro l’invasione avvenuta la scorsa stagione nel centro di allenamento del club portoghese. L’ex presidente, da quanto riporta AS, è accusato di terrorismo, aggressione e sequestro. Insieme a lui, è stato detenuto anche Nuno “Mustafa” Mendes, leader del gruppo ultras che, sempre secondo quanto sostiene la procura, avrebbe pianificato con il dirigente l’invasione. Sia l’ex presidente che il capo ultras, dovranno deporre in tribunale, davanti al giudice, nei prossimi giorni.

ESODO – Un’invasione le cui immagini (molto cruente) hanno fatto il giro d’Europa, e che ha scatenato un effetto domino nella società. D’altronde, nonostante il calcio sia pieno di teste calde, non si sente spesso parlare di un gruppo ultras pronto ad invadere il campo di allenamento e minacciare di morte giocatori ed allenatore. Da quel famoso 15 maggio, nove giocatori dello Sporting decisero di rescindere il proprio contratto (sette, però, alla fine rimasero), e, cosa più importante, fu rimosso dall’incarico di presidente Bruno de Carvalho; al suo posto, dopo le elezioni svolte a settembre, Frederico Varandas. Alla luce delle indagini, una mossa che ha causato un cambio della guardia che la decisione della procura portoghese avrebbe reso comunque necessario…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy