Pogba vuole una nuova sfida? Lo United potrebbe doverlo vendere…per colpa di Rashford!

Pogba vuole una nuova sfida? Lo United potrebbe doverlo vendere…per colpa di Rashford!

Marcus Rashford è pronto a…liberare Pogba. L’inglese, in attesa di un rinnovo, potrebbe essere l’uomo in grado di costringere a lasciare andare via il francese dallo United.

di Redazione Il Posticipo

Inizia la calda estate del Manchester United. La vicenda Pogba, che ha ammesso come sia pronto per una nuova avventura, sarà inevitabilmente l’argomento principe del calciomercato. I Red Devils voglio provare a trattenerlo, ma a favorire la sua cessione potrebbe essere un suo attuale compagno di squadra.

RUSHFORD – Nessuna squadra si basa su un giocatore, figurarsi una società storica come il Manchester United. La volontà del club, è senza dubbio quella di trattenere Pogba, ma, facendo due conti, potrebbe risultare un errore. Motivo? Marcus Rashford. Per trattenere il talento inglese, secondo quanto riporta il Daily Mail, lo United dovrebbe assicuragli uno stipendio di 392.000 mila euro a settimana. Un numero che, sommato agli altri enormi stipendi presenti nel club, potrebbe favorire l’uscita di Pogba dall’Old Trafford. Del resto, gli oltre quindici milioni di sterline che arrivano sul conto del campione del mondo sono una bella cifra anche per uno dei club più ricchi del mondo.

UNITED – Anche perchè Manchester United è una delle squadre con il tetto salariale più alto del campionato inglese. Partendo da Sanchez, giocatore più pagato d’Inghilterra con i suoi 560.000 mila euro a settimana, e finendo con i prossimi rinnovi, dove rientra anche de Gea, i piani alti della società sono obbligati a fare due conti. Anche perchè in fondo, non è che le gli stipendi faraonici (soprattutto quello del cileno) siano serviti a granchè. Ma mentre l’ex Udinese non ha offerte interessanti, per Pogba c’è, come preventivabile, una fila di pretendenti dalle ottime capacità economiche. Rashford, quindi, potrebbe liberare Pogba, e magari prendere il suo posto da leader all’interno della squadra. E, per una volta, fare contenti tutti: sia chi vende che chi compra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy