calcio

Pogba-Mourinho, ancora scintille: “Paul è confuso, si sente umiliato”

Dopo l'ennesima settimana complicata, con due panchine consecutive, il francese sarebbe stufo. A confermarlo una fonte interna al Manchester United, che segnala la confusione del centrocampista di fronte alle scelte del tecnico.

Redazione Il Posticipo

Finale di partita. E Samuel Beckett c'entra molto poco. La partita è persino figurata e neanche fisica, anche se si parla pur sempre di calcio. Lo scontro tra Pogba e Mourinho continua. E poco importa che il francese sarà in campo nella sfida di Champions League con il Valencia. Anzi, forse non fa neanche altro che esacerbare gli animi. Del resto, la partita non conta niente e quindi giocarla dal primo minuto non è chissà quale attestato di fiducia. Molto più evidente la sfiducia, casomai, quando lo Special One ha deciso di tenerlo in panchina, prima con gli Young Boys e poi anche in Premier con l'Arsenal.

ESEMPIO - Di conseguenza, come riporta il Sun, il francese sarebbe stufo. A confermarlo una fonte interna al Manchester United, che segnala la confusione del centrocampista di fronte alle scelte del tecnico. "Paul è confuso, perchè non è l'unico ad aver avuto difficoltà a fare del suo meglio nelle ultime settimane. Ma pensa di essere sottoposto ad un trattamento speciale, che Mourinho voglia fare del suo caso un esempio del suo modo di allenare. Il che, vista l'importanza di Pogba nel mondo del calcio, è abbastanza umiliante". Colpire Pogba...per educare tutto lo spogliatoio? Chissà, ma in effetti il centrocampista non ha tutti i torti, visto che non è certo l'unico a non aver giocato al massimo.

BRAVO - Ma Mou cosa ne pensa? Continua con la sua campagna fatta di bastone e carota. Prima il francese faceva parte dei "bambini viziati", anzi, a occhio e croce ne era addirittura il capo. Ora invece sembra spronarlo a dare il suo meglio. "Pogba ha il potenziale per diventare un calciatore fantastico. Ma deve giocare con la stessa mentalità con cui giocano i suoi compagni. Contro il Valencia giocherà titolare e farà una partita fantastica, mostrando a tutti quanti quanto sia bravo". Sarà, ma vista la scarsa importanza del match, il tutto potrebbe suonare come l'ennesima frecciatina al calciatore.  Che è bello e bravo...quando la partita non conta.