Poco Sarri-ball e il mister è furioso: “Voglio gioco palla a terra, smettetela con i lancioni!”

Poco Sarri-ball e il mister è furioso: “Voglio gioco palla a terra, smettetela con i lancioni!”

Il pareggio all’ultimo minuto permette al Chelsea di mantenere l’imbattibilità stagionale. Ma questo non significa che il tecnico dei Blues sia felice di come è andata la partita. Soprattutto perchè per un mezz’ora di Sarri-ball non si è visto neanche l’ombra!

di Redazione Il Posticipo

Il pareggio all’ultimo minuto permette al Chelsea di mantenere l’imbattibilità stagionale. Il gol di Barkley arriva in una giocata poco…sarriana, anche se Mister 33 schemi certamente sarà felice del fatto che, bene o male, giunge da calcio piazzato. Ma questo non significa che il tecnico dei Blues sia felice di come è andata la partita. Un punto guadagnato, certo, ma per colpa dello stesso Chelsea. Che soprattutto nei secondi quarantacinque minuti non ha assolutamente giocato come si aspettava il suo allenatore, ma in maniera molto più british: palla lunga e pedalare. Qualcosa che non fa proprio parte dell’ormai celeberrimo Sarri-ball.

LANCIONI – E quindi, secondo Sarri, è normale che la partita non sia stata vinta, ma pareggiata e anche per miracolo. “Sono molto deluso da questa partita. Fare il 2-2 all’ultimo minuto fa benissimo al morale dei miei giocatori, ma io devo guardare a qualcos’altro. Ho visto la partita dalla panchina e voglio studiare la seconda metà della partita.  I ragazzi devono giocare come dico io. Non siamo organizzati per giocare con la palla lunga. Non voglio i lancioni, non voglio le seconde palle, voglio che si giochi palla a terra, punto e basta!”. Dunque, bene il pareggio, ma giocare così non va assolutamente bene. Questo Sarri lo mette in chiaro senza mezzi termini.

POCA VOGLIA DI VINCERE? – Come riporta il Sun, è la prima conferenza stampa della stagione in cui Sarri sembra arrabbiato con i suoi, forse per essersi adattati ad un tipo di gioco che certamente può aver favorito lo United. E, anche se non lo dice chiaramente, forse ha visto poca voglia di vincere nella squadra che he messo in campo. “Io voglio che i miei ragazzi giochino sempre per i tre punti. Per sessanta minuti abbiamo giocato il nostro calcio, poi appena hanno pareggiato abbiamo smesso e abbiamo cominciato con i lancioni. Un qualcosa per cui non siamo organizzati. In questo tipo di calcio, lo United è meglio di noi”. Insomma, per citare Brian Clough, “se Dio avesse voluto farci giocare con le palle alte, avrebbe messo l’erba in cielo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy