Pochettino-Tottenham: un amore finito per colpa…di Amazon! E Mourinho sarà attore…

Gli Spurs sono passati nelle mani di José Mourinho dopo le stagioni con Mauricio Pochettino: in queste ore in Inghilterra tutti stanno cercando di capire che cosa ci sia dietro questa separazione. Le ultime indiscrezioni aprono scenari all’inizio impensabili…

di Redazione Il Posticipo

Mauricio Pochettino e Daniel Levy: dopo il rapporto professionale finirà anche l’amicizia? L’esonero dell’argentino rischia di segnare il legame che aveva unito manager e presidente negli ultimi anni. Tra Pochettino e Levy c’è stata una sintonia totale nelle stagioni d’oro, in quelle in cui gli Spurs hanno raggiunto la vetta della Premier League. La finale di Champions persa col Liverpool anziché essere un punto  da cui ripartire ha segnato l’ambiente in negativo. Col passare dei giorni il rapporto tra Pochettino e Levy si è sporcato sempre di più: le scelte prese dalla società sul mercato hanno infastidito l’argentino che non ha fatto nulla per nascondere il malessere. E c’è stato anche dell’altro…

TELECAMERE – Secondo il Daily Mail il rapporto tra Pochettino e Levy si sarebbe deteriorato ulteriormente di fronte a un’altra richiesta fatta dall’argentino che il presidente non ha voluto accettare. Prima di iniziare la pre-season, Poch avrebbe chiesto di installare un sistema di telecamere nel campo di allenamento per registrare le sessioni. Il club però si sarebbe rifiutato considerando tutto questo una spesa superflua ed eccessiva per le casse del club (90.000 euro). L’allenatore era disposto a finanziare tutto di tasca sua. Poi è arrivato Amazon…

COLPO DI SCENA – Pochi giorni dopo il gran rifiuto, Levy ha cambiato idea di fronte alla proposta di Amazon: il colosso americano ha chiesto di poter girare un documentario sugli Spurs in cambio di 11 milioni di euro. Il club ha accettato e i dispositivi sono stati installati permanentemente praticamente ovunque. A fine ottobre Pochettino si è detto insoddisfatto: “Quando il club ha accettato, eravamo tutti preoccupati. Non è facile lavorare così. È difficile avere sempre la telecamera puntata addosso anche nel mio ufficio soprattutto nei giorni in cui non sono di buon umore”. Pochettino aveva mandato una frecciata al presidente: Non sono più un allenatore, ma un produttore. È come quando abbiamo iniziato un libro qualche anno fa, abbiamo corso lo stesso rischio. La cosa più importante è vivere la realtà, non bisogna generare falsità. Spero che ci sia un lieto fine”. Poch lo sperava, ma così non è stato.

MOU ATTORE – E quindi, con l’esonero di Pochettino, Mou non si è preso solo gli Spurs… ma anche il ruolo da protagonista nel documentario di Amazon: lo Special One sarà circondato dalle telecamere durante le sessioni di allenamento e non solo. Il risultato finale sarà migliore rispetto a quello fatto registrare da Pep Guardiola e dai suoi uomini? Nella stagione 2017-18 Amazon ha girato un documentario sul Manchester City ottenendo un grande successo. A 56 anni Mou non ha perso la voglia di sfidare Pep anche fuori dal campo, circondato dalle sue amatissime telecamere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy