Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Pochettino: “Fra Mpappé e Neymar tutto ok. Messi deve ambientarsi. Donnarumma? Il PSG è speciale…

PARIS, FRANCE - AUGUST 14:  Mauricio Pochettino, head coach of Paris Saint- Germain looks on during the Ligue 1 Uber Eats match between Paris Saint Germain and Strasbourg at Parc des Princes on August 14, 2021 in Paris, France. (Photo by David Rogers/Getty Images)

Serata di gala al Parco de Principi ma anche ad alta tensione. Alla vigilia dell'incontro, il tecnico Mauricio Pochettino ha affrontato diversi argomenti

Redazione Il Posticipo

PSG e Manchester City: serata di gala al Parco de Principi ma anche ad alta tensione. Alla vigilia dell'incontro, il tecnico Mauricio Pochettino ha affrontato diversi argomenti in conferenza stampa. Dal caso Mbappé - Neymar al ritorno di Messi. E lascia fra color che son sospesi Donnarumma.

CITY - Una potenziale finale anticipata: "Giocheremo contro un  City guidato, secondo me, dal miglior allenatore del mondo, Pep Guardiola. Noi abbiamo solo cinquant'anni di storia. Loro potrebbero essere più avanti di noi in questo processo di costruzione. Ci servono tempo, pazienza e investimenti". Messi è arrivato per questo. " Bisogna capire che è prima di tutto un uomo e ha bisogno di adattarsi, lavorare e  sentirsi a casa. Ha giocato per vent'anni al Barcellona, ha sempre considerato quel club casa sua, ​​è normale che ora gli sembri tutto nuovo. Con il tempo, il lavoro, il rapporto con i suoi compagni di squadra, non ho dubbi che andrà tutto bene e che insieme vinceremo tantissimo".

DONNARUMMA - Dal recupero di Messi ai casi aperti. In primis quello di Donnarumma. "Non ho dato la formazione. E comunque ognuno è libero di esprimere la propria opinione anche perché effettivamente il PSG ha due grandi portieri. Ovviamente entrambi vogliono sempre scendere in campo, proprio come qualsiasi altro giocatore. Ma il PSG è un club speciale e quindi anche la situazione è speciale dove si può agire e ragionare  in modo diverso dagli altri club. Le situazioni sono particolari, ma il gruppo vive bene ed è equilibrato, l'importante è che i giocatori siano sereni. Si stanno allenando bene, c'è un buon clima"

MESSI E NEYMAR - A proposito di clima, resta da risolvere la questione legata alle frizioni fra Mbappé e Neymar. "Sono compagni di squadra ma anche due ragazzi molto competitivi. E i grandi giocatori vogliono sempre vincere, cercare la soluzione per trovare il gol. A volte accade qualcosa del genere in campo, ma hanno parlato tra loro. Anche io mi sino confrontato con entrambi e poi li ho presi anche individualmente. Avrete visto tutti che in allenamento ridevano insieme. Quanto accaduto è solo un piccolo episodio  che fuori fa molto rumore. Dentro però, non 'è niente".