Pochettino difende la squadra: “Dire ai giocatori che sono delle m***e è sbagliato”

Pochettino difende la squadra: “Dire ai giocatori che sono delle m***e è sbagliato”

Umiliato dal Bayern, battuto dal Brighton: il manager degli Spurs non se la sta passando bene, ma non ha intenzione di arrendersi. L’argentino è volato in Qatar per spiegare i suoi metodi di lavoro vincenti… almeno fino a qualche mese fa

di Redazione Il Posticipo

Schietto e ottimista. Mauricio Pochettino non ha perso entusiasmo e fiducia anche se le aspettative della scorsa estate finora sono state tradite e gli ultimi giorni hanno fatto saltare per aria la serenità in casa Spurs: dopo l’umiliazione subita contro il Bayern in Europa (2-7 a Londra), il Tottenham è stato battuto dal Brighton in Premier League (3-0). Nonostante questo Mauricio Pochettino non ha intenzione di arrendersi.

DIGNITÀ – Il manager argentino è volato in Qatar per tenere una Master Class all’inaugurazione dell’Aspire Global Summit di Doha e da lì, come riportato da AS, ha parlato di emozioni: “Il calcio è emozione. Noi del Tottenham lavoriamo tutti insieme. Dopo queste due sconfitte, dobbiamo pensare al futuro e recuperare energie emotive. Quando sei arrivato in alto, devi rispondere in qualche modo. È una questione di dignità”.

RESPONSABILITÀ – Nessun giocatore del Tottenham è stato risparmiato dalle critiche, ma il tecnico argentino Pochettino ha difeso la squadra mettendo se stesso in prima linea: “ Devi convincere i giocatori di quello che fai. A volte devi essere un fratello, a volte uno psichiatra. È difficile controllare le emozioni quando giochi la finale di Champions e in pochi mesi ti ritrovi in questa situazione. Le cose cambiano velocemente nel calcio. Non dobbiamo smettere di combattere”.

MEDICINA – Secondo Pochettino è tutta una questione di fiducia. Il manager ha spiegato che cosa bisogna fare per ritrovarsi dopo questa crisi: “La squadra ha perso la fiducia, dobbiamo lavorare per ritrovarla e dimenticare gli errori. Il modo migliore per aiutare i giocatori non è dirgli che sono delle m***e. L’allenatore non si deve nascondere, la responsabilità va condivisa”. Pochettino ha anche chiarito i rapporti con il presidente Daniel Levy: “La gente pensa che nostro rapporto sia peggiorato, ma non è così. Dobbiamo continuare a rispettarci come stiamo facendo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy