Pochettino al Bayern Monaco è una ipotesi: ecco cosa ne pensa Flick

Dopo il suo addio alla panchina del Tottenham, Mauricio Pochettino rimbalza da una squadra all’altra, almeno sulle pagine dei giornali. Una squadra accostatagli è il Bayern Monaco ma Flick ha qualcosa da ridire a riguardo.

di Redazione Il Posticipo

Equilibri precari. Mauricio Pochettino è stato sollevato dall’incarico di allenatore del Tottenham e il suo nome  rimbalza da una panchina all’altra. Fatta esclusione dell’ormai ex cugina Arsenal, è già stato accostato a diverse squadre. Una di queste è il Bayern Monaco ma Hansi Flick ha qualcosa da ridire.

LE OPZIONI – Non sono passati molti giorni da quando la dirigenza del club si è riunita per deliberare la conferma di Hansi Flick sulla panchina del Bayern Monaco… fino a Natale. E certo, su una panchina del genere non si può stare mai troppo sereni a lungo ma all’attuale timoniere ad interim la cosa non sembra disturbare molto. Tuttavia, le continue chiacchiere  non fanno troppo piacere e lui… risponde ai giornalisti che gli parlano di Pochettino: “Non è compito mio analizzare i colleghi allenatori. Il club ha tutte le opzioni per guardare al futuro. Tutte quelle che vuole“.

TOPPE – Il Mirror riporta delle dichiarazioni tutt’altro che stizzite. Del resto, un allenatore ad interim sa bene che il suo tempo è ben limitato nella posizione che occupa. Nel frattempo Flick è totalmente concentrato sulla trasferta di Düsseldorf: “Sto facendo il mio lavoro e sto cercando di fare il meglio con la squadra. Il calcio è qualcosa che si vive giorno dopo giorno, ieri è stato diverso da quello che sarà domani. Aspetteremo fino alla pausa invernale poi ci sindrome a un tavolo e parleremo“. Tra l’altro, se i risultati di Flick dovessero proseguire la traiettoria intrapresa difficilmente si potrebbe pensare a mandarlo via. Vero è che rispetto all’ultimo Bayern di Kovac il paragone non si può fare: le cose non funzionavano più e pare che il buon Frick, almeno per ora, abbia trovato il modo di mettere delle toppe qua e là. L’importante è che non gli si parli troppo di Poch.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy