Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Poch-PSG, un sogno lungo anni che può diventare realtà: “Un giorno mi piacerebbe tornare, seguo sempre le partite del club”

Se le indiscrezioni sempre più forti dovessero essere confermate, il sostituto di Tuchel sarebbe un volto assai noto nella capitale francese. Pochettino ha giocato due stagioni con la maglia del club e aveva già fatto presente in tempi non...

Redazione Il Posticipo

Di solito le grandi pulizie si fanno a capodanno, la notte in cui si ci lascia alle spalle quello che si vuole dimenticare e si guarda al futuro con rinnovato ottimismo. A Parigi, invece, hanno ben pensato di anticipare il tutto e farle la notte prima di Natale, licenziando Thomas Tuchel il 24 di dicembre. Il tedesco lascia il Parco dei Principi e fa spazio al suo successore. Che in fondo, se le indiscrezioni sempre più forti dovessero essere confermate, sarebbe un volto assai noto nella capitale francese. Mauricio Pochettino ha giocato due stagioni con la maglia del club transalpino e aveva già fatto presente in tempi decisamente non sospetti che per lui sarebbe stato un sogno tornare, stavolta nelle veci di allenatore.

2016 - E per "tempi non sospetti" si intende il 2016, quando Poch era tranquillamente l'allenatore del Tottenham e non aveva ancora trasformato gli Spurs così tanto al punto da portarli a giocarsi una finale di Champions League. Già all'epoca, però, l'eventualità di un ritorno a Parigi lo ispirava particolarmente, come aveva spiegato a RmcSport. "Un giorno mi piacerebbe allenare il Paris Saint-Germain, fa parte dei miei sogni. È un club che seguo parecchio, cerco di vedere ogni partita che posso, specialmente in Champions League. Ho parlato con Jean-Louis Gasset parecchie volte. Tornare un giorno a Parigi? Perchè no?". All'epoca c'era ancora Blanc seduto su quella panchina, ma anche l'aver parlato con il vice del tecnico francese non ha aiutato Poch, che aveva un contratto con gli Spurs e quindi non ha potuto sostituirlo.

 (Photo by Michael Regan/Getty Images)

RIVINCITA - Qualche anno dopo, l'argentino si ritrova senza squadra proprio al momento giusto. E potrebbe sfruttare la voglia di rivincita del club, che dopo aver sfiorato il sogno Champions nella finale di Lisbona ha tutte le intenzioni di riprovarci. Così come lo stesso allenatore argentino, che è stato licenziato dal Tottenham pochi mesi dopo aver portato il club alla finalissima contro il Liverpool. E chissà, a Parigi potrebbe portare anche qualche eroe di quella stagione che non se la passa bene, come Dele Alli o Eriksen. Insomma, Spurs e Inter sono avvisati. Non appena Poch realizzerà il suo sogno...arriverà il via alle telefonate!