Platini, dalla Spagna arriva la bomba: “Al suo ritorno potrebbe lavorare con Andrea Agnelli…”

Platini, dalla Spagna arriva la bomba: “Al suo ritorno potrebbe lavorare con Andrea Agnelli…”

La squalifica imposta a Michel Platini termina il 7 ottobre. L’ex presidente della UEFA ha già fatto presente che non rimarrà con le mani in mano. E dalla Spagna indicano un’opzione clamorosa per il suo futuro: lavorare all’ECA, pronta allo scontro frontale con chi governa il sistema calcio.

di Redazione Il Posticipo

Le Roi sta per tornare. La squalifica imposta a Michel Platini termina il 7 ottobre e l’ex presidente della UEFA ha già fatto presente che non rimarrà con le mani in mano. Dopo la “squalifica per mano di alcuni idioti”, il francese cercherà di rientrare immediatamente nel mondo del calcio. A confermarlo, riporta Marca, una fonte molto vicina all’ex juventino. ” Tornerà al calcio e alla sua gestione. Può farlo con un club, una federazione o qualsiasi altra istituzione che abbia che fare con questo sport. Ma tornerà”. E, spiega il quotidiano spagnolo, questa non è una buona notizia per la FIFA e per la UEFA.

RIABILITARSI – Ora come ora, Platini rappresenta un personaggio scomodo, forse anche in grado di tirare fuori verità su chi gestisce il calcio dopo che l’epoca di Blatter e del francese è terminata…in tribunale. “Michel conta le ore che mancano al suo ritorno. E la sua intenzione è quella di riabilitarsi completamente, di ripulire la sua reputazione”. E il fatto che Le Roi stia preparando una autobiografia in cui racconta del suo periodo alla FIFA e alla UEFA di certo farà preoccupare più di qualcuno nelle stanze dei bottoni delle due federazioni. Ma mai quanto un altro possibile progetto di Platini.

AGNELLI – Da un Agnelli…all’altro. Marca sostiene infatti che il palcoscenico del grande ritorno del francese potrebbe essere l’ECA, l’organismo che rappresenta le società calcistiche a livello europeo e di cui è presidente Andrea Agnelli. Un suo arruolamento nell’ECA, proprio nel momento in cui, tra riforma della Champions e progetti mai del tutto abbandonati di SuperLega, la guerra tra l’associazione dei club e la UEFA (che come federazione è il primo sostenitore della FIFA) potrebbe scoppiare da un momento all’altro, rischia di essere il detonatore di uno scontro frontale. FIFA e UEFA, spiega il quotidiano spagnolo, sono terrorizzate dall’idea. E per sapere dove e con quali modalità avverrà il ritorno del Re, bisognerà attendere meno di un mese. Poi…fuoco alle polveri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy