Pirlo schiera l’attacco a cinque stelle: la storia dice che…funziona eccome!

Chiesa, Cuadrado, Ramsey, Kulusevski e Morata, senza contare l’assenza di Ronaldo e il dubbio Dybala. Pirlo è sempre più un membro del club degli attacchi a cinque stelle. E l’idea di giocare con molti calciatori spiccatamente offensivi spesso funziona.

di Redazione Il Posticipo

BORUSSIA DORTMUND

(Photo by Christof Koepsel/Bongarts/Getty Images)

Un caso recente è quello del Borussia Dortmund dello scorso gennaio. Con l’arrivo di Håland, Favre ha schierato una formazione iperoffensiva. Sulla fascia sinistra si alternavano Thorgan Hazard e Giovanni Reyna. A centrocampo, invece, c’era Julian Brandt, un trequartista puro. Per poco, sulla trequarti si è potuto contare su Marco Reus e sulla garanzia Jadon Sancho. Sancho, però, si alternava con Hakimi a galoppare sulla fascia destra mentre sulla trequarti potevano spostarsi molte alternative già nominate. In attacco, come se non bastasse, il norvegese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy