Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Pirlo, il maestro finisce… dietro la lavagna. I tifosi hanno pochi dubbi, anche se qualcuno lo difende

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - JANUARY 20: Head coach of Juventus Andrea Pirlo looks on prior to the Italian PS5 Supercup match between Juventus and SSC Napoli at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on January 20, 2021 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

La Juventus perde in casa contro il Benevento. I tifosi sono fuori di sé: tra l'ironia e le richieste di esonero o dimissioni.

Redazione Il Posticipo

Il Benevento centra una impresa che sembrava impossibile, complice un regalo della Juventus. La squadra bianconera continua a commettere errori in fase di costruzione dal basso. Il pallone di Arthur è un regalo che Gaich, in odore di sostituzione, deve solamente scartare. Lo 0-1, assolutamente inatteso, scatena le ire dei tifosi bianconeri che vedevano nella sfida con i sanniti, forti delle sette vittorie consecutive in casa una possibile occasione per accorciare la classifica e mettere pressione all'Inter costretta allo stop. Invece il risultato maturato allo Stadium non solo rischia di chiudere anticipatamente la lotta per lo scudetto ma anche di mettere in discussione il lavoro di Pirlo. Mai come questa volta,  anche al netto delle decisioni di Abisso su Chiesa, il tecnico bianconero è nel mirino dei tifosi bianconeri. Scatenati per la gestione del match e per l'ennesimo errore che costa punti preziosissimi. Ad aggravare la posizione di Pirlo, i quattro punti persi con il Benevento, una squadra che, dati alla mano, non ha numeri esaltanti specialmente in difesa. Eppure le cifre parlano chiaro: solo un gol e un punto fra le sfide di andata e ritorno. Quanto basta per individuare l'allenatore della Juventus fra i principali artefici di questa stagione sinora deludente.

I tifosi arrabbiati si dividono solo sulle reazioni . C'è chi si concede un po' d'ironia per ammortizzare il colpo ridendoci un po' su. E dire, dopo una partita del genere, che si vede la "mano di Pirlo" sembra appena sarcastico. E c'è chi parla di un ennesimo assist di Pirlo a Pippo Inzaghi.

C'è rabbia. La rabbia accumulata dell'eliminazione dalla Champions League con il Porto. E ora che l'obiettivo è la rincorsa all'Inter, alla prima settimana intera di lavoro senza interruzioni, la Juventus di Pirlo si ripresenta così. E ovviamente, non si vede più il bianco: i tifosi vedono solo nero. C'è addirittura chi comincia a rimpiangere Delneri.

Pirlo comunque non è condannato all'unanimità: c'è chi cerca di mantenere un certo equilibrio e opera un'analisi leggermente più lucida. La tesi è: non è detto che Pirlo non sia un allenatore da Juventus. Potrebbe non essere pronto e debba ancora maturare esperienza.

Potresti esserti perso