Pires spinge Mbappé al Real: “Farebbe bene alla sua carriera”

Il francese campione del mondo, trasferirsi il prima possibile alla Casa Blanca.

di Redazione Il Posticipo

Robert Pires parla del calcio francese, del Real Madrid e di Mbappé. E consiglia al francese campione del mondo di trasferirsi il prima possibile alla Casa Blanca per accelerare il percorso di crescita della sua carriera.

FIRMA – L’ex calciatore ha parlato del suo passato, e di quando ha rifiutato la maglia dei blancos. “Per me è stato un momento molto difficile, anche se mi sentivo un privilegiato, perché dovevo scegliere tra Real Madrid, Juventus e Arsenal. Stavo per firmare con il Real, ma Wenger mi ha chiamato tante volte, e alla fine mi ha convinto”. E anche Wenger poi disse “No”. “Mi ha detto che Florentino Pérez era felicissimo del lavoro che stava facendo con noi all’Arsenal. Ma, come me, ha detto no al Madrid… Ha preferito continuare con il progetto legato ai gunners”.

ZIDANE – A proposito di Real e allenatori. Pires difende il suo connazionale in panchina. “È incredibile che si parli di crisi e di fine ciclo quando il Real ha perso due partite prima del Clasico e poi ha pareggiato in extremis contro il Monchengladbach. So anche io che a Madrid c’è molta pressione, ma allenatore e giocatori dovrebbero lavorare in un clima sereno. Non è pensabile che si possa vincere sempre con tutti, altrimenti il calcio diventerebbe noioso”.

FRANCIA – Un occhio di riguardi per il PSG e la stella Mbappé. “Come cittadino francese, vorrei che continuasse nel PSG e in Ligue, uno ma se devo ragionare da professionista credo debba firmare con il Real Madrid. Sarebbe una crescita enorme per la sua carriera”. Camavinga invece puo… restare. “Ha solo 17 anni, è ancora presto. La mia opinione è che dovrebbe rimanere altri due anni al Rennes in modo da continuare a crescere e poi andare in un top club”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy