Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Piqué si arrende: “Ormai per noi è difficile vincere la Liga “

DUBAI, UNITED ARAB EMIRATES - DECEMBER 27: Gerard Pique attends the Dubai Globe Soccer Awards at Armani Hotel Dubai on December 27, 2020 in Dubai, United Arab Emirates. (Photo by Francois Nel/Getty Images)

Il centrale del Barcellona ha... deposto la palla di vetro che non voleva sfregare qualche settimana fa

Redazione Il Posticipo

La Liga si scopre più ricca dopo l'accordo fra ESPN, la Disney e il campionato spagnolo che faranno piovere miliardi di dollari sul campionato spagnolo. In occasione della presentazione dell'accordo c'era anche Gerard Piqué . E il centrale del Barcellona ha... deposto la palla di vetro che non voleva sfregare qualche settimana fa. A suo avviso, il Barcellona è quasi fuori dalla lotta per il titolo.

DIFFICILE - Piqué è stato molto chiaro, come riportato dal Mundi Deportivo.  "In generale il Barcellona sta bene. Certamente potrebbe stare meglio dopo il pareggio di martedì scorso. Ormai per noi è davvero complicato pensare di vincere la Liga. Spero che i prossimi campionati siano meno combattuti ed equilibrati rispetto a quello attuale. E che lo siano perché saremo noi a vincere. In questa stagione c'è stata una lotta molto serrata con Atletico Madrid, Siviglia e Real Madrid. In generale si gioca un ottimo calcio. Noi siamo dove meritiamo. Ormai ogni anno ci sono diverse squadre che lottano per arrivare primi. E vince solo uno".

SPETTACOLO - Piqué si è poi soffermato sulle qualità insite nel calcio spagnolo. "La caratteristica principale della Liga è il talento. I giocatori sono molto dotati dal punto di vista tecnico. Il calcio in Premier è più fisico. I giocatori più potenti. C'è maggiore intensità rispetto alla Spagna dove si gioca più a calcio. La qualità qui regna sovrana in quasi tutte le squadre. E poi c'è la rivalità fra Real Madrid e Barcellona che rende tutto molto più speciale. sono molto contento che i tifosi possano apprezzare il nostro campionato oltreoceano. Quando siamo stati negli USA ho visto tanto entusiasmo nei nostri confronti. E spero di poter tornare in futuro. Del resto giochiamo a calcio per i tifosi. Sono certo che si divertiranno molto a seguire il campionato spagnolo dove la qualità media sta crescendo moltossimo. Basti pensare che abbiamo giocato contro Granada e Levante senza riuscire a vincere.  Non saranno popolari come noi o il Real, ma stanno disputando un ottimo campionato".