Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Piqué: “Quella di Anfield è stata la peggior sconfitta in carriera. Non sono il tipo che lancia oggetti, ma in quel caso…”

(Photo by Quinn Rooney/Getty Images)

Negli ultimi anni, per il Barça in Champions sono arrivate molte sconfitte importanti come quella contro il Liverpool nel 2019. Ed è quella che Piqué ricorda come la peggiore della propria carriera.

Redazione Il Posticipo

Il Barcellona non è di certo nel migliore dei propri periodi dalla fondazione. Si tratta di uno dei club più importanti al mondo per tradizione, dove hanno giocato molti dei migliori calciatori della storia. Ma da qualche anno, soprattutto in Europa, fa una fatica immensa, come se avesse perso quel valore aggiunto che metteva le avversarie nella condizione di scendere in campo già battute solo perché l'avversario si chiamava "Barça". Comunque sia, nelle ultime stagioni, in Champions sono arrivate molte sconfitte importanti come quella contro il Liverpool nel 2019. Ed è proprio quella che Piqué ricorda come la peggiore della propria carriera.

LA PEGGIORE - In un'intervista al programma spagnolo ∫, come riporta il Daily Mail, il difensore del Barcellona ed ex Manchester United è tornato a parlare di quella partita vista dai tifosi del Barcellona come una delle peggiori sconfitte di sempre. Del resto era la seconda sconfitta in rimonta in 2 anni (dopo quella subita dalla Roma) e si partiva da un vantaggio di 3-0 e da un Liverpool visibilmente in difficoltà, graziato all'andata da un errore di Dembele che si mangia il 4-0 a tempo scaduto. Al ritorno, le doppiette di Origi e Wijnaldum hanno ribaltato il risultato. Un qualcosa che ha fatto infuriare Piquè. "La peggiore sconfitta della mia carriera? Quella di Anfield. Non sono il tipo di giocatore che entra nello spogliatoio e lancia le cose a terra per esprimere rabbia ma, a causa del vantaggio dell'andata, in quel caso l'ho fatto".

 (Photo by David Ramos/Getty Images)

RIPARTIRE - Ora, il cambio di presidenza ha proprio come primo obiettivo quello di rifondare la squadra nella speranza che certi scenari non si ripetano. Tuttavia, la nuova presidenza di Laporta avrà bisogno di tempo e meno pressione possibile. Non sarà facile. E anche di questo parla Piqué, visti i rumors che lo vorrebbero futuro presidente del club. "Mi sono visto riflesso in queste elezioni. Ho molte informazioni dal Barça e volevo proprio vedere come andavano a finire. È stato uno scontro degno e spero che Laporta porti a termine il proprio mandato. Non so se in futuro sarò presidente, mi sento ancora un calciatore". Non sarà facile per nessuno ma il Barcellona ha un solo imperativo: ripartire.

Potresti esserti perso