Piquè: “Contava vincere, ma il gioco deve assolutamente migliorare”

Piquè era fra gli osservati speciali in casa Barça. A fine partita il difensore ammette l’importanza del risultato ma non nasconde che sia indietro dal punto di vista del gioco.

di Redazione Il Posticipo

Il Barcellona rinnega, per certi versi la sua filosofia. A volte, l’importante è vincere. Per la serie, turarsi il naso, prendersi i tre punti e non pensarci troppo. Le vittorie restano, il gioco arriverà. La sintesi del pensiero attuale dei Campioni di Spagna, dopo la sofferta vittoria in casa del Levante è nelle parole di Piqué.

VINCERE – Il Barcellona ha sofferto, ma l’importante è fare punti, specialmente quando le prestazioni non sono all’altezza delle aspettative. Piqué ha parlato a caldo al termine della sfida con il Leganés e le sue dichiarazioni sonio state riportate dal Mundo Deportivo. “È stata una vittoria importante per la squadra perché questa è una settimana molto importante. Non avevamo scuse. Nonostante il vento, dovevamo vincere e l’abbiamo fatto“. Il gioco però latita. Piqué non si nasconde.  “Se all’inizio della stagione ci avessero detto che saremmo stati in testa sia in campionato che nel girone di Champions, penso che avremmo firmato tutti. Ovviamente sappiamo anche che dobbiamo crescere nella qualità delle prestazioni. Per adesso è importante vincere ma è essenziale migliorare“.

COPPA DAVIS – Il centrale del Barcellona era sotto l’occhio della critica complici i suoi continui viaggi a Madrid per la Coppa Davis. Il calciatore allontana le polemiche. “Ho parlato con l’allenatore di quanto avrei fatto in questa settimana, è stato un discorso chiaro e amichevole. La mia relazione con Valverde è fenomenale, andiamo molto d’accordo. Con il club tutto bene, provo a fare il mio lavoro sul campo. Mi aspettavo le critiche, fanno parte del gioco. Sono degli spostamenti di circa 40 minuti, un po’ come andare e tornare da Terragona. Immaginavo di essere al centro dell’attenzione. Ho rilasciato tante interviste e so che tipo di circolo si inneschi. Un giorno ti accusano, l’altro ti difendono, quello dopo ti uccidono“.  Dritto o rovescio, insomma, cambia poco, sino a che ci sono i risultati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy