calcio

Pippo Inzaghi: “Simone e Marotta in tribuna? Sono contento, ma Fabbian lo faremo crescere bene qui…”

Pippo Inzaghi: “Simone e Marotta in tribuna? Sono contento, ma Fabbian lo faremo crescere bene qui…” - immagine 1
Partita speciale per Inzaghi. Suo fratello Simone era in tribuna con Marotta.

Redazione Il Posticipo

La Reggina cancella la sconfitta interna contro il Frosinone, vince a Como e rilancia le proprie ambizioni nella corsa alla serie A. Vittoria importante per Pippo Inzaghi sotto gli occhi del fratello Simone e di Marotta, andati a vedere da vicino il “gioiellino” Fabian. In questo senso, Inzaghi ha chiarito tutto a Sky Sport. Il ragazzo resterà in Calabria.

VITTORIA

—  

Inzaghi ha vinto mettendoci parecchio del suo. Sfida cambiata nell'ultima parte di gara quando negli ultimi 30' di gioco il tecnico ha ruotato gli uomini. Dentro i titolarissimi. Scelte che hanno pagato. “Sono felice della risposta dei ragazzi. Questa vittoria è di quelle pesanti ed è arrivata dopo una partita difficile contro uno degli attacchi migliori della serie B, per noi non era facile gestire calciatori del calibro di Cerri e Cutrone ma siamo riusciti a non prendere gol. I ragazzi sono stati bravissimi, secondo me dovevamo chiudere in vantaggio già nel primo tempo, ma anche rischiato di pareggiare una partita che avevamo in mano. I cambi? La squadra ha sofferto relativamente, sono tutti titolati sapevo che avrei avuto a disposizione elementi di spessore sia in campo che in partita. Questa è una vittoria importante per classifica e morale. Ero fiducioso anche dopo Frosinone, una sconfitta episodica, al di là del risultato maturato dopo una prima mezz’ora molto equilibrata".

FABIAN

—  

Partita speciale per Inzaghi. Suo fratello Simone era in tribuna con Marotta. Una presenza dettata dall'affetto e dalle attenzioni per Fabbian, esploso in Calabria. Pippo se lo tiene stretto. “Anche se non ho visto Simone sono sempre contento della sua presenza. Sapevo che sarebbe venuto ma non credo che lo abbia fatto perché mi voglia portare via Fabbian. Anzi, posso assicurargli che qui lo faremo crescere bene. Ha contribuito come gli altri a una vittoria “sporca” ma importante. Questa squadra deve divertirsi e prendere tutto quello che viene senza pensare troppo a cosa potrebbe accadere anche se la crescita appare evidente. Credo in questo gruppo e nei doppi ruoli, nelle tre partite preferisco sempre dare respiro e cambio. E l’ho fatto senza esitazioni perché ho rispetto di un gruppo che deve orgoglioso del proprio percorso considerando da dove eravamo partiti”.