Piatek il “mangiallenatori” torna al gol. Forse con Labbadia è la volta buona…

Il centravanti polacco ha una particolarità. Il suo calo spesso è conciso con l’esonero o l’addio di un allenatore. Forse però Labbadia ha trovato la chiave giusta per restituirlo al gol con continuità… e salvare la panchina.

di Redazione Il Posticipo

Piatek torna al gol ed è abbastanza una notizia. Con il gol del 2-2 contribuisce alla causa dell’Hertha  Berlino di Labbadia. Il tecnico, uno che di attaccanti se ne intende, ha concesso una possibilità all’ex giocatore di Milan e Genoa dopo averlo lasciato in naftalina. E non se ne è pentito.

DI RIGORE – Il calciatore ex Milan ha trasformato con freddezza dal dischetto mettendo a segno la sua seconda rete in campionato. Ancora una volta, dagli undici metri. Certo, i rigori bisogna essere in grado di batterli, ma è lecito attendersi qualcosa di più da un calciatore che non ha ancora segnato un gol su azione e che era abituato a esultate, non più di una stagione e mezzo fa, una o più volte a partita. Il recente passato è invece noto:  le reti del polacco sono diminuite. Canovaccio ricalcato anche a Berlino. Gol all’esordio, salvo poi un rapido eclissarsi e finire ai margini. Sino al guizzo contro il Lipsia.

LABBADIA –  Resta da capire come Piatek sarà gestito da Labbadia. La storia dice che “insistere” costa carissimo. I numeri non mentono. Il “Pistolero” era partito a mille col Genoa agli ordini di Ballardini nel 2018-19: l’esonero del tecnico però ha compromesso la serenità dell’ambiente rossoblù. Quindi è passato al Milan nella finestra di mercato invernale 2019 e ha contribuito al quinto posto della squadra di Gennaro Gattuso che però ha rassegnato le dimissioni a fine anno dopo la mancata qualificazione in Champions. Tra l’attaccante e Giampaolo non è scoccato l’amore e il tecnico ha lasciato Milano. Neanche il tempo di conoscersi a fondo con Pioli. A gennaio il polacco ha firmato con l’Hertha Berlino appena rimasto orfano di Klinsmann. Adesso Piatek  torna a segnare, agli ordini di Labbadia. Sperando che riesca a… tenerselo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy