calcio

Piatek e il club dei “nati pronti”: ma poi hanno dimostrato di esserlo?

Redazione Il Posticipo

 (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

Nel 2014 settembre Gabi Mudingayi ha provato a tirarsi sù il morale dopo essere stato scaricato dall'Inter. Il centrocampista belga ci credeva nonostante fosse vicinissimo a compiere 33 anni: "Sono nato pronto. Devo solo aspettare l'occasione giusta. Per essere pronto sono pronto. Mi alleno tutti i giorni con un preparatore". A fine ottobre ha accettato la proposta dell'Elche: contratto di un anno. L'accordo prevedeva che il calciatore si allenasse coi suoi compagni fino a dicembre: sarebbe entrato a fa parte della squadra da gennaio 2015, ma ciò non è avvenuto. La LFP infatti ha bloccato il mercato dell'Elche, alle prese con una brutta crisi finanziaria. Il 3 febbraio è arrivata la risoluzione del contratto del centrocampista e l'11 dello stesso mese Mudingayi ha firmato col Cesena per quattro mesi... con cui è retrocesso dalla A alla B! E se Gabi non fosse "nato pronto" come sarebbe andata?

Potresti esserti perso