calcio

Piatek, appuntamento con la storia: due record clamorosi alla portata del polacco!

Piatek punta all'impossibile: diventare capocannoniere. Un'impresa che sarebbe storica per ben due motivi. Sarebbe il primo calciatore del Genoa a diventare re del gol, ma anche l'unico nella storia di A a vincere la classifica marcatori con due...

Redazione Il Posticipo

Piatek va al Milan e vuole continuare a stupire. L'attaccante polacco ha subito fatto capire che in Serie A ci può stare eccome, al punto da andare a contendere la classifica marcatori a un'istituzione del calcio mondiale come Cristiano Ronaldo, al bomber del momento Zapata e al sempreverde Quagliarella. Tredici gol...e mezzo, perchè la querelle su una delle due reti segnate contro l'Atalanta, poi messa a referto come autogol di Toloi lo ha privato del primo posto a pari merito con i suoi diretti avversari. Una rete che a fine stagione, nel computo complessivo, potrebbe pesare. E non solo per la classifica marcatori in sè.

DUE RECORD - Piatek si è presentato con medie record ed è nella posizione di poter puntare all'impossibile: diventare capocannoniere. Un'impresa che sarebbe storica per ben due motivi. Il primo è che, seppur a mezzo servizio, il polacco potrebbe diventare il primo bomber stagionale della ultracentenaria storia del Genoa, che non ha mai avuto il re degli attaccanti nelle sue fila. E poi perchè mai è accaduto che a vincere la classifica di Serie A sia stato un calciatore che ha cambiato maglia durante quella stagione. Una congiuntura complicatissima da realizzare, al punto che anche negli altri grandi campionati europei è un evento raro.

WRIGHT - Anzi, più che altro...unico. C'è un solo calciatore, tra Italia, Inghilterra, Spagna, Germania e Francia, che è stato in grado di vincere la classifica marcatori con due maglie diverse ed è accaduto in Premier League. O sarebbe meglio dire...in First Division. A potersi fregiare di questo primato è Ian Wright, che ha iniziato la stagione 1991-92 con il Crystal Palace, mettendo a segno cinque reti in otto partite. Quanto basta a convincere l'Arsenal, campione in carica, ad assicurarselo a settembre inoltrato (all'epoca si poteva fare) per la cifra record di 2,5 milioni di sterline. Soldi spesi benissimo, perchè nelle restanti 30 partite di campionato Wright realizza 24 reti e si laurea capocannoniere con 29 gol complessivi. Un'impresa storica, che ora spetta a Piatek provare a imitare...