Lecce, Petriccione: “Sarà importante l’aspetto mentale. No ai playout chiudiamo il campionato”

Il calciatore ha parlato ai microfoni del sito ufficiale della squadra salentina per ricordare il gol promozione e parlare anche del futuro.

di Redazione Il Posticipo

Il Lecce è tornato in serie A grazie anche a un gol siglato da Petriccione. Il calciatore ha parlato ai microfoni del sito ufficiale della squadra salentina per ricordare quella rete  e poi  parlare di presente e futuro. Con idee ben chiare. Chiudere il campionato. E con un secco “no” ai Play out. “In tanti mi hanno mandato il video con il gol che mi ha visto protagonista. Non scorderò mai quella giornata. Ho tatuato la data della promozione”

RIPRESA – Protocollo consegnato, la ripresa sembra vicina. Petriccione è carico. “Sono contento di essere tornato ad allenarmi dopo tanti mesi chiuso in casa, mi mancava l’odore dell’erba. Sono carico, ho tanta voglia di ricominciare. Mi sento bene. Con i compagni siamo rimasti in contatto per tutto il periodo di quarantena. Ritrovarli in campo fa piacere. Ci mancava stare in gruppo. Ho visto la stessa determinazione anche in loro”. Nuove regole e modello tedesco. “Sicuramente è un po’ strano, un qualcosa di diverso ed inaspettato sino a pochi mesi fa. Segnare e non poter abbracciare un compagno o esultare con la curva e i compagni è contro ogni immaginazione ma dobbiamo rispettare le regole”.

REGOLE  – A proposito di regole. C’è la proposta legata a play off e play out o che il campionato non possa chiudersi.  “Viviamo nell’incertezza da diversi mesi, dobbiamo convivere con questa situazione. Sicuramente giocare ogni tre giorni è molto dura, specialmente in un periodo estivo. Sarà impensabile giocare sempre con gli stessi uomini sarà fondamentale il gruppo. Cambierà tutto, è come ripartire da zero e giocare un mini campionato a parte. La condizione fisica sarà importante, ma credo che l’aspetto mentale sarà decisivo. Trovare gli stimoli giocando a porte chiuse non è facile ma abbiamo un obiettivo. Salvarci. E no ai play out. Non penso sia giusto cambiare le regole. Spero di ripartire e concludere il campionato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy