Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Petrakov, CT dell’Ucraina multato dalla UEFA per le sue dichiarazioni: “Ridirei tutto”

Petrakov, CT dell’Ucraina multato dalla UEFA per le sue dichiarazioni: “Ridirei tutto” - immagine 1
La sfida assume ambiti che vanno inevitabilmente oltre il rettangolo di gioco.

Redazione Il Posticipo

Scozia e Ucraina di nuovo di fronte all'Hampden Park di Glasgow. L'ultima volta si sono giocati il mondiale. In questa occasione invece è in palio il primo posto nel girone ma dopo le parole di Putin la sfida assume ambiti che vanno inevitabilmente oltre il rettangolo di gioco.

CT

E in prima fila, in tutti i sensi, c'è il commissario tecnico Oleksandr Petrakov. Il tecnico della nazionale che tornerà in campo in Scozia è stato multato dalla UEFA per le sue prese di posizione legate alla promessa di imbracciare le armi contro la Russia. Secondo quanto riportato dal sito portoghese G7, tuttavia, il CT non ha alcuna intenzione di ritrattare le sue parole. Le dichiarazioni del CT non lasciano spazio alle interpretazioni: "Non conosco l'entità della multa, ma faremo appello e pagheremo se necessario. Premesso ciò, ripeterei di nuovo tutto ciò che ho detto prima". In una intervista di qualche tempo fa, il tecnico si era dichiarato pronto a imbracciare le armi e difendere il proprio paese. Ed era anche pronto ad arruolarsi. Idea riposta nel cassetto dopo che gli è stato chiesto di dedicarsi ad allenare la nazionale.

Petrakov, CT dell’Ucraina multato dalla UEFA per le sue dichiarazioni: “Ridirei tutto” - immagine 1

CONCENTRATI

Anche la Federcalcio non è rimasta in silenzio. Pavelko ha confermato che Petrakov ha ricevuto una "piccola multa" e garantito che l'Ucraina si farà carico delle spese da sostenere. E, attraverso un comunicato sul proprio  profilo Facbook ha anche accusato la controparte russe di aver creato una situazione ad hoc per togliere concentrazione alla nazionale ucraina prima dell'importante appuntamento con la finestra internazionale. "C'è stato un avvertimento e una piccola multa che l'UAF è onorata di pagare. Invano, i russi stanno cercando di turbare la nostra serenità alla vigilia di una partita importante per la nazionale ucraina ma non potranno distrarci dalla preparazione a questo match. Siamo tutti concentrati e pronti a dare il massimo. E come federazione siamo pronti  a supportare i nostri ragazzi”.