Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Pessina: “Sorpreso dal rigore di Dimarco, pensavo incrociasse, invece…”

BERGAMO, ITALY - FEBRUARY 10: Matteo Pessina of Atalanta celebrates after scoring their side's third goal during the Coppa Italia match between Atalanta BC and SSC Napoli at Gewiss Stadium on February 10, 2021 in Bergamo, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Una sfida emozionante, caratterizzato da un finale mozzafiato

Redazione Il Posticipo

Inter - Atalanta infinita. Potevano vincerla entrambe, è finita in pareggio, fra colpi di scena e una situazione al limite. Una sfida emozionante, caratterizzato da un finale mozzafiato. Al netto dell'evoluzione del match, sono stati penalizzati i più giovani. Dimarco sbaglia il rigore del potenziale 3-2. Piccoli si vede annullata la rete della possibile vittoria. A proposito di giovani, Pessina è stato fra i protagonisti del match. E ha parlato a caldo ai microfoni di DAZN. 

SORPRESA - L'Atalanta ha rischiato comunque parecchio. Tante sliding doors all'interno del match. Pessina si sofferma sul rigore, calciato dal suo ex compagno Dimarco. L'atalantino lo conosce bene ed è rimasto sorpreso dal tipo di esecuzione. "Non mi aspettavo che Dimarco tirasse così il rigore, pensavo lo incrociasse. Ho preso anche un po' in giro Musso, dicendogli che era stato bravo a pararlo. Scherzi a parte, avevamo preparato la partita con la consapevolezza di dover giovare una gara dura. Questa sfida però era anche un modo per capire a che punto eravamo e se potevamo giocarcela. A quanto pare sì".

ORGANIZZAZIONE - L'Atalanta è stata camaleontica. Si è saputa adeguare alle pieghe del match e anche Pessina ha letto benissimo alcune situazioni tattiche, sfruttando spazi e tempi di gioco. "Il mister mi ha spostato leggermente, noi giochiamo con la difesa a tre. In partita noi cercavamo di abbassarci un po' per far alzare i loro laterali. E così siamo riusciti a metterli in difficoltà sfruttando i buchi che si erano creati".

SODDISFATTO - Peccato, in ottica bergamasca, per il gol annullato nel finale. Soprattutto per Piccoli cui è stata negata la gioia di una rete storica. Pessina rincuora il compagno. "Alla fine è andata comunque bene. Il pareggio è un buon risultato, torniamo con un punto dalla casa dei Campioni d'Italia ed è un risultato importante anche per la nostra consapevolezza.  Il gol, per Piccoli, sicuramente avrebbe significato molto, ma il calcio è anche questo. Al VAR non sfugge niente e possiamo farci poco"