Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Pessina si toglie un sassolino: “Non perdiamo da 37 partite, le critiche non ci disturbano…”

ROME, ITALY - JUNE 20: Matteo Pessina of Italy celebrates after scoring their side's first goal during the UEFA Euro 2020 Championship Group A match between Italy and Wales at Olimpico Stadium on June 20, 2021 in Rome, Italy. (Photo by Andreas Solaro - Pool/Getty Images)

L’Italia giovane vince e convince. Serata perfetta per gli azzurri. Tante reti alla Lituania, buone notizie da Belfast e primo posto in ghiaccio in vista della sfida contro la Svizzera in cui gli azzurri torneranno ad avere due risultati su...

Redazione Il Posticipo

L'Italia giovane vince e convince. Serata perfetta per gli azzurri. Tante reti alla Lituania, buone notizie da Belfast e primo posto in ghiaccio in vista della sfida contro la Svizzera in cui gli azzurri torneranno ad avere due risultati su tre. Fra i protagonisti della sfida Matteo Pessina, che ha rilasciato le sue sensazioni a raisport.

APPROCCIO  - Non era una partita facile, anche e soprattutto dopo quanto accaduto in Svizzera. Forse troppe critiche per una nazionale che è tutto sommato Campione d'Europa nonché fresca detentrice del record mondiale di partite consecutive senza sconfitte. "Non è un girone facile, ogni partita nasconde delle insidie, siamo stati bravi a mettere subito la partita sui binari giusti. Era fondamentale segnare subito, non farli uscire e mettere a segno diversi gol".

 LONDON, ENGLAND - JUNE 26: Matteo Pessina of Italy scores their side's second goal past Daniel Bachmann of Austria during the UEFA Euro 2020 Championship Round of 16 match between Italy and Austria at Wembley Stadium at Wembley Stadium on June 26, 2021 in London, England. (Photo by Justin Tallis - Pool/Getty Images)

SASSOLINO - Non è stata una vigilia comoda. Oltre alle critiche una caterva di infortuni: "Le critiche fanno parte del gioco, ma non perdiamo da 37 partite consecutive quindi le analisi lasciano il tempo che trovano e non ci disturbano. Questo gruppo è formato da tanti giocatori che possono entrare, far bene e vincere le partite". Come i due ragazzi del 2000. "hanno voglia di fare, sono in forma,  hanno fame, ci possono dare una bella mano".