Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Perez, nozze d’oro: 50esimo titolo della sua presidenza: “Ancelotti il migliore, Benzema da Pallone d’Oro”

Il presidente del club che si è appena laureato per la 35 volta Campione di Spagna ha festeggiato, insieme al titolo, il 50esimo trofeo da quando è alla guida del club.

Redazione Il Posticipo

Florentino Pérez, nozze d'oro con il Real Madrid. Il presidente del club che si è appena laureato per la 35 volta Campione di Spagna ha festeggiato, insieme al titolo, il 50esimo trofeo da quando è alla guida del club. Un traguardo straordinario. Emozioni e sensazioni sono state raccontate alla tv ufficiale del club.

I MIGLIORI - Il numero uno del club incorona Ancelotti e Benzema.  "Una grande gioia, per tutti i tifosi del Real, a Madrid, in Spagna e nel mondo. Abbiamo reso felici milioni di persone. Credo sia una vittoria assolutamente meritata, costruita da un grandissimo allenatore come Carlo Ancelotti. Siamo tutti enormemente soddisfatti del suo lavoro, è un grandissimo gestore di uomini e di squadre. Si può tranquillamente affermare che sia il migliore nella pianificazione delle partite. A livello di singoli invece è impossibile non citare Benzema, bravissimo in questa stagione, in quella precedente e anche in quella precedente alla precedente. Significa che il Pallone d'Oro doveva già vincerlo prima, assurdo che ancora non gli sia stato ancora consegnato. Nessuno può mettere in dubbio che gli si debba il prossimo".

NORMALE -  Le "Nozze d'oro" con il Real sono celebrate con sobrietà. E il tenore delle dichiarazioni a riguardo lasciano ben capire quale sia la mentalità dalle parti di Chamartin."Credo che sia assolutamente normale aver vinto questo numero di titoli in un lasso di tempo così ampio. Di solito vinciamo ogni tre anni, la media è grossomodo quella. Dunque nella mia presidenza ho solo cercato di essere all'altezza di chi mi ha preceduto. Questo è un club speciale, magico, dove quando si vince si festeggia, poi si pensa a quel che si vincerà come mi ha insegnato mio padre. Ed è effettivamente quello che ho potuto constatare. E proprio per questo mi aspetto una notte magica contro il City al Bernabeu. Siamo tutti consapevoli che la squadra può farcela. E vale davvero la pena provarci".