Pérez: “C’è una vita anche lontano da Barcellona e a Roma mi sento importante”

Il ragazzo ha superato le difficoltà legate all’impatto e si è ritagliato uno spazio con la maglia giallorossa.

di Redazione Il Posticipo

C’è una vita al di fuori del Barcellona. E Carles Pérez lo sta dimostrando dopo un naturale periodo di ambientamento a Roma. Il ragazzo ha superato le difficoltà legate all’impatto e si è ritagliato uno spazio con la maglia giallorossa chiudendo la sua prima stagione con un gol e tre assist in 14 partite. E la sensazione di poter crescere ancora. Il ragazzo ha parlato della sua esperienza al Mundo Deportivo. 

OFFERTE –  Il ragazzo è sempre stato un pezzo pregiato della Masia. Sin da quando ero nelle giovanili, ho avuto offerte di lasciare il Barça, alcune anche dall’Inghilterra. Anche quando ero al Barça B ma ho sempre detto di no perché volevo arrivare alla prima squadra. Poi ho avuto le mie opportunità e penso di averne approfittato il più possibile. In effetti, sono anche riuscito ad avere un contratto come giocatore della prima squadra. Non credo che il mio addio sia dipeso da Ansu. Io gioco a destra e lui fa lo stesso a sinistra. Al massimo dovevo sfruttare altre occasioni. Non credo comunque di meritare di lasciare la Catalogna”

ROMA – Roma è diventata la sua isola felice. “Ancora oggi non capisco cosa sia successo al Barcellona.  O il club aveva bisogno di soldi o c’è qualcos’altro che mi sfugge. Ma ormai tutto questo fa parte del passato. Ora sono alla Roma, una delle migliori squadre in Italia. Mi è dispiaciuto lasciare la città, la famiglia e gli amici. Molte persone credono che allontanandoti da Barcellona si possa soffrire, ma  credo che al di fuori del Barça ci siano molte possibilità. Mi sto integrando bene con la Roma e piano piano mi sto ritagliando un ruolo importante”. Pérez ha girato pagina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy