Percassi: “Risultato straordinario, viviamo esperienze impensabili ma figlie di investimenti mirati”

Il dirigente parla della finale raggiunta con l’Atalanta.

di Redazione Il Posticipo

L’Atalanta centra la quinta finale della sua storia in Coppa Italia, sperando in un epilogo diverso rispetto a quella del 2019 quando i sogni si infransero contro la Lazio. Non che l’avversario sia dei più semplici, ma la Dea, come specificato più volte da Gasperini, tiene tantissimo a questa competizione. Come l’Ad. Luca Percassi, ai microfoni di Rai Sport.

FINALE – Seconda finale. Una nel 2019, l’altra nel 2021. Non male. “Un risultato fantastico, siamo più che felici. Interpreto con la mia famiglia il pensiero di tutta Bergamo. I ragazzi continuano a stupirci, ci stanno facendo vivere un sogno. Mi spiace molto che non ci sia il pubblico per condividere con loro questa gioia. Il pubblico ci manca come l’aria, speriamo che si possa presto tornare allo stadio anche se in numero ridotto. Andare in finale e avere anche un po’ di gente che ci seguirà sarebbe qualcosa di unico”.

LIMITI – L’Atalanta non si pone limiti. Centrata la finale, si può sognare con il Real, con la leggerezza dei nervi distesi. “Viviamo esperienza impensabili sino a qualche anno fa e le dobbiamo affrontare con attenzione e consapevolezza di attraversare qualcosa di straordinario. Ce lo siamo meritati sul campo, è un qualcosa di straordinariamente importante”.

MERCATO – La Dea si conferma straordinaria nell’acquisire giovani e valorizzarli. “Pessina sta crescendo e si sta completando, disputando gare di livello sia in Italia che in Europa. Ha tante qualità, è intelligente, assorbe tutti gli insegnamenti e i consigli del tecnico, per questo è cresciuto così in fretta. L’Atalanta di questa sera è figli di grandi investimenti: abbiamo venduto quando era il momento giusto per farlo, allo stesso modo in cui si sono compiuti gli acquisti. Le cessioni fanno parte del nostro lavoro di questa realtà ma ci sono stati degli investimenti mirati, altrimenti non saremmo stati in grado di raggiungere la finale di Coppa Italia ed essere competitivi in campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy