calcio

Atalanta, Luca Percassi rilancia: “Delusi, ma vogliamo riconquistare l’Europa”

Atalanta, Luca Percassi rilancia: “Delusi, ma vogliamo riconquistare l’Europa” - immagine 1

L'amministratore delegato Luca Percassi ha tracciato un bilancio della stagione rilanciando le ambizioni in vista del prossimo anno.

Redazione Il Posticipo

Stagione agrodolce per l'Atalanta. Dopo un girone d'andata che aveva schiuso orizzonti con sfondo tricolore, un girone di ritorno da incubo. Sedicesimo posto in classifica nelle ultime 19 giornate e anche la Conference League è diventata un'utopia. L'amministratore delegato Luca Percassi ha tracciato un bilancio della stagione rilanciando le ambizioni del club in vista del prossimo anno. Le sue parole sono state riprese dal canale ufficiale della società.

RIPARTENZA - Un po' di comprensibile amarezza, ma, come si dice... Bergamo mola mia.  "Ovviamente c'è delusione anche perché la squadra aveva abituato a ben altro. La partita contro l'Empoli ha rappresentato, per certi versi, lo specchio degli ultimi tre mesi. In questo periodo la squadra ha raccolto molto meno di quel che si meritava in relazione alla produzione di gioco. Ci restano, però, diverse certezze. Un pubblico straordinario che ha dimostrato, da ogni settore dello stadio, quanto sia importante l'Atalanta. Ripartiamo dai nostri tifosi con la consapevolezza di sapere chi siamo e da dove veniamo. E, soprattutto, che tipo di realtà siamo. Credo che si debba essere soddisfatti e contenti di questi ultimi anni e soprattutto mostrare la volontà di andare a riprendersi quello che è mancato. Adesso sappiamo bene cosa significhi giocare in Europa. E vogliamo riconquistarla".

Atalanta, Luca Percassi rilancia: “Delusi, ma vogliamo riconquistare l’Europa” - immagine 1

PROSPETTIVE - La stagione, al netto del rammarico, lascia spazio anche ad altri spunti di riflessione. L'amministratore delegato della Dea analizza con grande lucidità la situazione. "Occorre andare oltre al dispiacere e saper analizzare la situazione con il giusto senso della responsabilità. Evidentemente qualcosa non è andato per il verso giusto, dunque anche noi abbiamo sbagliato qualcosa altrimenti avremmo raccolto qualche risultato diverso. Adesso sarà fondamentale mantenere la freddezza necessaria e trasformare l'amarezza in energia positiva. L'Atalanta è e resta una società e una squadra forte e ha dietro una tifoseria che ha dimostrato quanto tenga alla squadra. Credo sia necessario ripartire da questi valori".