Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Per Nadal prima il Real…e poi il tennis: “Ci ha chiesto di non giocare nell’orario del match col City!”

Nonostante zio Miguel Angel sia una leggenda del Barça, Rafa Nadal è tifoso...del Real. E dopo la cena con Ancelotti per festeggiare la Liga, il tennista spagnolo...ha fatto una richiesta particolare agli organizzatori del Masters di Madrid!

Redazione Il Posticipo

Il nome di Rafa Nadal, e non solo perchè ha vinto 12 volte il torneo cittadino, è legato a Barcellona. L'associazione tra il maiorchino e la città catalana viene quasi automatica. Merito (o colpa, a seconda dei punti di vista) di zio Miguel Angel, che per otto anni ha difeso i colori blaugrana, guadagnandosi anche il soprannome "la bestia di Barcellona" per i contrasti non proprio gentilissimi che offriva ai malcapitati avversari. Uno che in carriera ha fatto parte del Dream Team di Cruijff, che ha giocato con Figo e con Ronaldo, ma che con suo nipote è andato incontro a una delusione clamorosa. Già, perchè Rafa sin da quando era bambino è invece tifosissimo del Real Madrid, con buona pace del celebre parente.

TIFOSO REAL - E il tennista spagnolo in questo maggio 2022 è stato davvero fortunato. Rafa è a Madrid per giocare il Masters 1000 (vinto già in cinque occasioni) e visto che si trovava nella capitale ha potuto unirsi a una cena molto speciale: quella di Carlo Ancelotti per la festa del titolo nazionale numero 35 dei Blancos. Come racconta AS, Nadal era allo stadio per la partita contro l'Espanyol, a cui ha dato il calcio di inizio. E poi, dopo la vittoria per 4-0 che ha assegnato la Liga, tutti a cena con il tecnico italiano ma anche con altri fenomeni del calcio mondiale come Figo e Ronaldo. Insomma, il tennista è un vero e proprio amuleto per il Real.

LA PARTITA - E anche un grandissimo tifoso, come dimostrano alcuni aneddoti. Come quello dello scorso anno, proprio al torneo di Barcellona, in cui Nadal discuteva della non positiva stagione del Real con l'arbitro di sedia. Ma l'amore per i Blancos va anche oltre quello per il tennis? Forse sì, almeno a sentire Feliciano Lopez. Il direttore del torneo di Madrid, parlando a El Larguero di Cadena SER, ha spiegato che il maiorchino ha fatto all'organizzazione una richiesta perlomeno inattesa: "Ci ha chiesto di non scendere in campo nell'orario della partita". E per "partita", neanche a dirlo, si intende Real Madrid-Manchester City. Che tra l'altro, si gioca al Bernabeu. Certo, difficile pensare che con l'impegno fisico e mentale di un Masters Nadal riesca a trovare il tempo di andare allo stadio. Ma fosse per lui...lo farebbe di corsa!