Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Per Mbappè è braccio di ferro: “Ha un accordo con il Real, ma il PSG farà di tutto per tenerlo fino al 2022”

(Photo by Matt Childs/Pool via Getty Images)

Bruno Satin, uno dei procuratori più influenti del calcio francese, ha spiegato che alla Casa Blanca sono anche disposti ad aspettare l'anno prossimo per Mbappè, considerando che di solito il PSG non è così conciliante con chi vuole andarsene...

Redazione Il Posticipo

Che Kylian Mbappè sia un obiettivo del Real Madrid è ormai risaputo, considerando che già quando era giovanissimo il club lo ha invitato a visitare la Ciudad Deportiva dove giocava quello che era il suo idolo, un certo Cristiano Ronaldo. E nel corso degli anni, la Casa Blanca ha cercato più volte di avvicinarsi al talento transalpino, ricevendo però sempre risposte negative da parte del Paris Saint-Germain, che del classe 1998 (nato nei dintorni della capitale) vuole fare un simbolo. Ma per fare le cose bisogna essere in due e Mbappè non sembra poi così convinto di continuare il suo percorso sotto la Tour Eiffel, anche considerando che il rinnovo del contratto, che scade nel giugno 2022, ancora non è arrivato.

REAL - Non sorprende dunque che a pensare a Mbappè a parametro zero, una eventualità che farebbe gola a chiunque, ci sia soprattutto il Real. A spiegarlo è Bruno Satin, uno dei procuratori più influenti del calcio francese, che è intervenuto ai microfoni di Canal+, spiegando che alla Casa Blanca sono anche disposti ad aspettare l'anno prossimo, considerando che di solito il PSG non è così conciliante con chi vuole andarsene... "Il fatto che Mbappè parli con il Real non è mica una novità, sono anni che accade. È una cosa che va avanti da parecchio, ma la mia sensazione è che Mbappè sia disposto ad andare al Real. Ho anche qualche informazione al riguardo, come il fatto che Kylian e la sua famiglia abbiano un pre-accordo con il Real Madrid. Un accordo che ovviamente si riferisce alle condizioni tra calciatore e blancos, ma quello che conta è l'accordo tra i due club".

FARE DI TUTTO - Che al momento non c'è e che difficilmente ci sarà, se gli esempi più recenti (Rabiot) possono insegnare qualcosa... "I qatarioti e il Paris Saint-Germain non hanno deciso di privarsi di Mbappè, che però potrebbe benissimo andarsene a parametro zero la prossima estate, quando finirà il suo contratto. Ma la storia ci ha insegnato che quando nella dirigenza del PSG e a Doha non c'è la volontà di lasciare andare un calciatore, fanno di tutto per trattenerlo finchè è ancora sotto contratto con loro". Insomma, non proprio una prospettiva splendida per Mbappè, anche considerando che l'anno prossimo ci saranno i mondiali e arrivarci dopo una stagione passata in tribuna non può essere positivo...neanche per un fenomeno...