Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Per l’Hammarby arriva…l’effetto Zlatan: dieci milioni di euro l’impatto economico della presenza dello svedese

La squadra biancoverde si gode sia l'esposizione mediatica, garantita dalla presenza di Ibra agli allenamenti durante il lockdown, che soprattutto gli effetti economici dell'associazione con il rossonero, che ha acquisito il 25% delle quote del...

Redazione Il Posticipo

L'Hammarby ha una marcia in più e, neanche a dirlo, si chiama Zlatan Ibrahimovic. L'acquisto del 25% delle quote societarie da parte del calciatore del Milan ha creato una vera e propria rivoluzione popolare a Malmö, dove l'eroe di casa non è più il benvenuto. Al punto che la statua che gli avevano dedicato è stata prima danneggiata e poi abbattuta. Se la ridono invece a Stoccolma, dove la squadra biancoverde si gode sia l'esposizione mediatica, garantita dalla presenza di Ibra agli allenamenti durante il lockdown, che soprattutto gli effetti economici dell'associazione con il rossonero. Come spiega il quotidiano svedese Aftonbladet, si parla di cifre importanti.

10 MILIONI - Cento milioni di corone svedesi, che al cambio fanno circa dieci milioni di euro. Questo, racconta la testata, l'impatto dell'arrivo di Ibrahimovic tra gli investitori che sostengono il club. Del resto, quando uno dei tuoi proprietari è il calciatore più celebre (e mediatico) di Svezia, uno che ancora oggi è capace di muovere centinaia di persone quando viene presentato in una nuova squadra, si comprende facilmente come il club di Stoccolma abbia potuto rivitalizzare il suo marchio, garantendo l'arrivo di nuovi sponsor e il miglioramento economico di accordi preesistenti. Certo, il sogno di molti resta sempre quello di vedere Zlatan in campo alla Tele2 Arena con la maglia dei Bajen, ma al momento va benissimo così.

RIVALI - Anche e soprattutto considerando la storia recente del club, che dopo un periodo di gloria all'alba del millennio (titolo svedese nel 2001 e altri buoni piazzamenti) era anche retrocesso negli abissi della seconda divisione. Ora però non si parla che dell'Hammarby, per la poca gioia dei tifosi di Malmö. Nella città che ha dato ai natali a Ibra di certo il successo economico dei biancoverdi non sarà accolto con piacere. Per fortuna, però, qualcuno che tira su gli appassionati locali c'è. Visto che Zlatan ha tradito, scende in campo la "vera" bandiera del club, Markus Rosenberg. "Se lui si allena con l'Hammarby, io torno ad allenarmi con il Malmö", spiega il classe 1982. Ma, con tutto il rispetto possibile per l'ex capitano, che si è ritirato lo scorso anno, complicato che la sua presenza possa valere...dieci milioni di euro.