Per il PSG è caos infortuni, ma Herrera spaventa l’Atalanta: “Siamo ottimisti per Mbappè, vuole giocare e già cammina tranquillamente…”

Per il PSG è caos infortuni, ma Herrera spaventa l’Atalanta: “Siamo ottimisti per Mbappè, vuole giocare e già cammina tranquillamente…”

Una vittoria, ma a che prezzo? Il Paris Saint-Germain vince la Coppa di Lega ai rigori contro il Lione. Ma escono malconci Icardi, Thiago Silva e Kurzawa, che si vanno ad aggiungere al vero probabile grande assente della prossima partita: Kylian Mbappè. Eppure qualcuno non esclude il miracolo…

di Redazione Il Posticipo

Una vittoria, ma a che prezzo? Il Paris Saint-Germain vince la Coppa di Lega ai rigori contro il Lione e completa il solito filotto domestico con Ligue 1, Coppa di Francia e Supercoppa. Ora non resta che guardare alla Champions League e ai quarti di finale con l’Atalanta. Se Tuchel però butta un occhio allo spogliatoio ha di che spaventarsi. Dal match contro la squadra di Garcia sono usciti malconci Icardi, Thiago Silva e Kurzawa, che si vanno ad aggiungere al vero probabile grande assente della prossima partita: Kylian Mbappè. Eppure, qualcuno è fiducioso. Nelle interviste del post-partita, Ander Herrera non esclude il miracolo da parte del campione del mondo.

HERRERA – Come riporta Goal, il centrocampista spiega che la situazione che riguarda il francese è in bilico e che non bisognerebbe essere sorpresi se alla fine Mbappè si presentasse per il match contro l’Atalanta, magari anche soltanto per partire dalla panchina ed entrare se necessario. “Siamo ottimisti per quello che riguarda Kylian. Abbiamo visto che riesce già a camminare tranquillamente. È molto professionale, è giovane, vuole davvero giocare ed è molto calmo al riguardo. Lavora tutti i giorni, mattina e sera. Ma se non dovesse riuscire a recuperare in tempo, abbiamo altre soluzioni. Anche se Kylian è molto importante per noi e sono certo che vorrà provare a scendere in campo”.

TUCHEL – Il contrario di quanto aveva detto Tuchel, che aveva parlato di un vero e proprio miracolo. Ma per una sera il tedesco a Mbappè non ci pensa, preferisce godersi l’ennesima vittoria. “Non abbiamo perso la concentrazione, la fame di vittoria, la fiducia in noi stessi. Abbiamo vinto ai rigori, ma conta comunque. Abbiamo portato a casa cinque titoli, nello spogliatoio c’è una buona atmosfera. E sono contento perchè tutti pensano che vincere sia semplice, ma non è così. Quando porti a casa quattro titoli non può che essere merito della squadra e io sono contento per loro. Sono ragazzi seri, che giocano, lavorano e soffrono assieme”. E si infortunano un po’ troppo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy