Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Per il City nemici anche in casa, i club della Premier vogliono sanzioni: “Guardiola in League Two sarebbe un reality seguitissimo!”

Il Manchester City vuole cercare di evitare di dover mancare alle prossime due edizioni delle coppe europee, ma nel frattempo deve anche guardarsi le spalle sul fronte domestico. Le rivali stanno pressando chi si occupa della verifica del FPF...

Redazione Il Posticipo

Resta ancora in alto mare, con il ricorso al TAS, la situazione del Manchester City nelle coppe europee. Il club vuole cercare di evitare di dover mancare alle prossime due edizioni, ma nel frattempo deve anche guardarsi le spalle sul fronte domestico. Le violazioni del Fair Play Finanziario che hanno portato la UEFA alla sanzione nei confronti dei Citizens potrebbero essere riscontrate anche dalla Premier League. E allora sì che potrebbero essere davvero problemi per il club di Mansour. Anche perchè, spiega The Athletic, le rivali inglesi del City stanno pressando chi si occupa della verifica degli adempimenti finanziari affinchè le attività del club vengano passate al setaccio.

NEMICI - Secondo la testata americana, molti club della Premier League hanno espresso malumore per le cifre spese dal City nel corso delle campagne acquisti. Oltre un miliardo di euro in dieci anni, il che ha causato secondo le rivali un aumento generalizzato dei prezzi, soprattutto per quello che riguarda il mercato interno alla Premier. E, spiega The Athletic, molte società sono furiose per la campagna mediatica del City, che invece di accettare la sentenza sta cercando di far passare il messaggio secondo cui non ci sarebbero state irregolarità. Insomma, Mansour e soci non si sono fatti molti amici in Inghilterra.

SANZIONI - Al punto che alcuni club ritengono che anche il campionato inglese debba comminare ai Citizens delle sanzioni, basandosi sul concetto che se ci sono state irregolarità, queste hanno influito anche sulla Premier (che ha parametri del FPF tutti suoi) oltre che sulle competizioni continentali. E spunta di nuovo lo spettro della retrocessione, anche se The Athletic spiega che quasi tutti i grandi club sono concordi sul fatto che spedire il City in League Two sia una punizione esagerata. Dunque, possibile che le richieste siano penalizzazioni e la revoca dei trofei vinti durante gli anni incriminati. Anche se qualcuno, tra il serio e il faceto, spera in un colpo di teatro. "Pep Guardiola in League Two sarebbe un reality show seguitissimo", chiosa Justin Allen dalle colonne del Sun. E chissà che anche qualche big della Premier non voglia...vederlo!