Per Gallardo arriva l’investitura… di Higuain: “Lo vedo tranquillamente al Barcellona, l’ho già detto…”

Per Gallardo arriva l’investitura… di Higuain: “Lo vedo tranquillamente al Barcellona, l’ho già detto…”

Ai tempi del River Plate, Gonzalo Higuain vedeva in prima squadra un piccoletto con un futuro da allenatore. Marcelo Gallardo era un’istituzione, mentre Higuain era solo un ragazzino di belle speranze. Ma i due si conoscono bene e dopo la finale di Libertadores lo juventino parla proprio del Muñeco…

di Redazione Il Posticipo

È arrivato in Europa che era giovanissimo, passando direttamente al Real all’epoca di Fabio Capello. Ci si dimentica dunque che all’inizio della sua carriera Gonzalo Higuain era un calciatore del River Plate. E con la maglia dei Millonarios il Pipita ha giocato parecchio, considerando che è cresciuto nelle giovanili del club. Mentre cercava di diventare un campione, il giovane attaccante, tra i tanti talenti, vedeva in prima squadra un piccoletto con un futuro da allenatore. Marcelo Gallardo era un’istituzione del River, mentre Higuain era solo un ragazzino di belle speranze. Ma i due si conoscono bene e dopo la finale di Libertadores lo juventino parla proprio del Muñeco.

BARCELLONA – Lo fa scambiando due parole con ESPN prima del match contro l’Atletico Madrid. E ok la partita della Juventus, ma ovviamente l’interesse dei giornalisti americani è anche altrove. Alle voci che vogliono Marcelo Gallardo presto nel Vecchio Continente, magari su una panchina importante come quella del Barcellona. Una eventualità che chi ha avuto modo di frequentare il tecnico del River, come El Pipita, non scarta per niente. “Gallardo è un grandissimo allenatore, il più vincente della storia del River. Lo vedo tranquillamente al Barça, l’ho detto un paio di settimane fa. Ha davanti a sè una carriera importante come allenatore”.

FUTURO – Un’investitura non di poco conto, anche se arriva da un calciatore che in fondo con il Barça non ha nulla a che fare. Ma se c’è qualcuno che può parlare con cognizione di causa di trasferimenti continentali, beh, quello è proprio Higuain. L’argentino ha lasciato il Sudamerica ad appena vent’anni e non si è mai voltato indietro, portando in dote caterve di gol a Real Madrid, Napoli e Juventus e qualcuno in meno a Milan e Chelsea. Per il futuro chissà, forso tra qualche stagione il Pipita, 32 anni tra qualche settimana, vorrà tornare dove tutto è cominciato, al Monumental. Ma con tutta probabilità non ci troverà Gallardo. E magari i due si incontreranno prima…sui campi della Champions. Uno in bianconero, l’altro in blaugrana…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy