Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Per Cagni Sarri vince ma non convince: “Mi aspetto di meglio il prossimo anno. Se gioco contro la Juve faccio solo cross al centro, non ne prendono uno”

Sarri vince, ma non convince del tutto. Il tecnico toscano cancella lo zero dalla casella dei trofei vinti in Italia. Eppure chi a Torino si aspettava la rivoluzione non ha visto i suoi sogni realizzarsi. E un grande vecchio della panchina, Gigi...

Redazione Il Posticipo

Sarri vince, ma non convince del tutto. La Juventus si porta a casa il nono titolo consecutivo, con il tecnico toscano che cancella lo zero dalla casella dei trofei vinti in Italia. Eppure chi a Torino si aspettava la rivoluzione non ha visto i suoi sogni realizzarsi. I bianconeri hanno fatto bene, ma il bel gioco e l'atteggiamento diverso che la presenza di Sarri doveva portare si sono visti solo sporadicamente. E un grande vecchio della panchina, Gigi Cagni, dice la sua al riguardo. Parlando ai microfoni di Maracanà sulle frequenze di TMW Radio, l'allenatore bresciano boccia il collega neo-campione d'Italia.

DELUSIONE - O almeno...lo rimanda. "Chi vince ha sempre meriti, come i giocatori e la società. Ma gli amanti del calcio non sono pienamente soddisfatti. La delusione c'è stata. Chi si illudeva che potesse fare il calcio di Napoli è stato deluso. È stata una delle Juventus più brutte degli ultimi anni ma ha vinto. Mi aspetto di vedere qualcosa di meglio il prossimo anno". Quello che hanno detto in molti, compreso Ancelotti, che ha spiegato che la vera Juventus di Sarri verrà fuori nella prossima stagione. "A Napoli ha dimostrato di saper fare cose eccezionali, quest'anno alla Juve non l'ha fatto ma il prossimo anno dovrà farlo. Sarri non ha migliorato nessuno. Ha migliorato Dybala? È che lo ha lasciato esprimere negli ultimi 30 metri, senza imbrigliarlo in uno schema".

CROSS - Dunque, tempo e modo per migliorare. E soprattutto per cancellare alcuni difetti che, guardando a questo campionato, risultano evidenti agli occhi di un tecnico esperto come Cagni. "Se incontro la Juve, faccio dei cross al centro, perché non ne prendono una così. La Juve ha preso troppi gol quest'anno". Alla fine, però, ha vinto la Signora. Anche perchè, giocando ogni tre giorni, la profondità dell'organico si è fatta sentire. "Mi divertivo a vedere Lazio, Atalanta e Verona prima del lockdown. Con la pandemia ha avuto un vantaggio chi ha la rosa lunga come la Juventus". E Sarri, pur non convincendo, mette un altro titolo in bacheca...