Per assicurarsi la nazionale, Ter Stegen si cimenta negli… assist

Per assicurarsi la nazionale, Ter Stegen si cimenta negli… assist

La polemica attorno a Ter Stegen e alla nazionale tedesca cresce e aggiunge voci al coro. Nel frattempo, però Ter Stegen prova a meritarsi la titolarità a suon di… assist.

di Riccardo Stefani

In questi ultimi anni, quotidianamente si assiste a centinaia di lectio magistralis al giorno su… come innescare una polemica. Come nel caso di Ter Stegen. Ora, però, il portiere del Barcellona sembra stanco di cercare di conquistarsi il posto da titolare in nazionale a parole. Ora, fa i fatti. E si cimenta, anche con successo, nel doppio lavoro: l’estremo difensore dei Campioni di Spagna non solo sventa i pericoli, ma si rivela anche come inaspettato uomo assist.

L’AZIONE – Il primo tempo di Getafe-Barcellona sembrava piuttosto serrato. Il Barça cominciava a tremare in quanto, da ben 5 mesi, in trasferta (0-2 contro l’Alavés), non si vince. Infatti, al 21′ quest’insicurezza traspare: il Getafe si fa avanti pericolosamente e proprio Ter Stegen fa un miracolo salvando il risultato. A pochi minuti dalla fine del primo tempo, poi, il tedesco si supera ispirandosi a… Neuer. Esce in anticipo su un attaccante filtrato tra i due centrali alti, controlla palla e rovescia l’azione. Il suo rilancio ben calibrato di sinistro, col Getafe schierato troppo avanti, diventa un assist straordinario per Luis Suarez che raccoglie, ringrazia e con un pallonetto supera Soria. 1-0 per il Barcellona e tutti ad esultare.

NEUERISMO – Evidentemente Ter Stegen ha capito che per prendersi il posto di Neuer in pianta stabile dovrà diventare Neuer. Certo, l’abilità in uscita e col pallone del portiere del Barça sono già ben note ma quello che ha fatto col Getafe è davvero straordinariamente un Neuer-ismo. L’uscita da vero e proprio libero, il lancio da trequartista, tra l’altro, col piede debole. Già, perché il lancio millimetrico per el Pistolero arriva dal piede sinistro del tedesco. Che adesso avrà ancora un motivo in più per rivendicare la titolarità della nazionale tedesca.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy